COME NASCE IL MIGLIOR MONDO POSSIBILE

Condividi:

COME NASCE IL MIGLIOR MONDO POSSIBILE

Il principio crematistico e il principio edonistico, ossia (principio della massimizzazione del) profitto affaristico (senza pensiero per le conseguenze) e (principio della massimizzazione del) piacere individuale (senza pensiero per le conseguenze), unendosi in giuste nozze, hanno dato i natali alla moderna democrazia liberale di mercato. Essi sono i due principi generatori, regolatori e normativi del mondo contemporaneo, il migliore possibile, il più libero e razionale, il più conforme ai diritti inalienabili dell’Uomo.

Esplicitando: nel mondo contemporaneo vale per natura come legittimo, doveroso, incontestabile, e va accettato, obbedito, tradotto in leggi, trattati e sentenze, tutto ciò che:

a) toglie al capitalismo privato i limiti alla sua capacità di aumentare il suo profitto – inteso in senso contabile, di bilancio, di breve periodo; quindi vanno rimossi o aggirati gli ostacoli costituzionali, politici, sociali, culturali che si oppongono a ciò, come pure lo Stato, in quando garante di valori e beni collettivi e del controllo della politica sul business globale;

b) toglie al singolo, inteso come fruitore-consumatore, i limiti alla sua possibilità di aumentare il piacere – inteso in senso di godimento individualistico; quindi si procede alla demolizione delle figure di autorità, dei codici dei doveri, del senso del limite e del vincolo (etico come pure biologico – onde l’ideologia gender), dell’educazione all’autodisciplina e al governo delle pulsioni, che destrutturano gli esseri umani rendendoli simili a una materia prima, quindi più plasmabili alle esigenze del business: l’individuo dissoluto per il mercato assoluto.

Il combinato effetto dei due suddetti principi produce aggregazioni sovranazionali private di ricchezza e potere sempre più estese e forti tecnologicamente, economicamente e politicamente, soprastanti a moltitudini di persone sempre più isolate, controllate, impotenti economicamente e politicamente. In mezzo, istituzioni pubbliche controllate dalla grande finanza globale.

Forte del possesso degli strumenti legislativi e di quelli culturali, oltre che di quelli economici, il capitalismo finanziario ormai liberamente spadroneggia, sfruttandole e deprivandole, su masse atomizzate, passivizzate, rammollite e schiave delle proprie pulsioni e dipendenze, quindi incapaci di capire, resistere, organizzarsi, difendersi collettivamente – anche perché private sia della coscienza di classe che dello Stato nazionale rappresentativo sovrano, dotato di strumenti di intervento sui processi macroeconomici. Masse predisposte ad assorbire una narrazione del mondo irenica (cioè inconsapevole dei conflitti), da lotofagi, assieme al pensiero unico e unificante secondo cui questo ordine del mondo sarebbe l’unico praticamente e razionalmente possibile, quindi giusto e immodificabile, anzi da difendere contro chiunque lo contesti, proprio come nel platonico mito della caverna.

25.12.2019 Marco Della Luna

Condividi:

Informazioni su admin

Avvocato, autore, scrittore
Questa voce è stata pubblicata in GENERALI. Contrassegna il permalink.

1 risposta a COME NASCE IL MIGLIOR MONDO POSSIBILE

  1. ahfesa scrive:

    Auguri di Buone Feste e che il 2020 non sia peggiore del 2019

    Non dubito che la sostanza della morale corrente e l`indice del successo individuale risieda nella massimizzazione del profitto pecuniario e patrimoniale, nonchè del piacere personale. Naturalmente I due propositi sono opportunamente mimetizzati mediante tutta una serie di placebo morali e pratici. Ovvero il profitto deve essere “sostenibile”, cioé in teoria realizzato con mezzi non inquinanti e rispettosi delle leggi vigenti, della privacy e della salute del consumatore/dipendente e certamente con piena compliance fiscale. Come pure il raggiungimento del perfetto godimento individuale, deve realizzarsi sempre in maniera “sostenibile” legale, pagando le tasse e rispettando le altrui libertà.
    Quindi la quadratura del cerchio: un`umanità ricca, felice e pienamente soddisfatta. Ed anche senza certi tabù di medioevale memoria, quali I vincoli famigliari, religiosi e di appartenenza nazionale o etnica, I quali in passato sono stati sovente causa di guerre lunghe e sanguinosissime. Dunque il nuovo ordine crematistico-edonistico oltre che la prosperità porterebbe anche la pace universale. Esempio preclaro é la celebrazione del Natale, la quale pur portando nominalmente dei valori positivi é in realtà divisiva e pericolosa perchè fomenta tensioni con chi leggittimamente in Cristo non crede. E dunque bene fanno quelli che vogliono abolire tale festività o esorcizzarla riducendola ad evento consumistico/mediatico sopprimendone o adattandone certi simboli distintivi quali il presepe o la messa di mezzanotte.

    Ma la meraviglia della ricchezza e del godimento generale ed infinito trova un assai modesto e sempre decrescente riscontro con la realtà. Difatti non solo il Natale ma tutta la vita corrente dei senza potere tende ovunque a peggiorare ben lungi da quel profitto massimo e piacere duraturo insistentemente gabellati dal pensiero unico e dalla ossequiente volontà dei governi e legislatori. La ricchezza e neppure sempre crescente e tanto meno massima é privilegio sempre più raro e mutevole e sempre per meno soggetti. Anzi parecchi “ricchi” più o meno lentamente scivolano dalla relativa agiatezza ad una sempre più stringente necessità. Come pure I sempre meno portatori delle ricchezze massime vedono le stesse “giustificate” in termini ambientali, morali, fiscali e sostenibili, solo mediante eccezioni o luoghi franchi che le salvaguardano e le legalizzano solo formalmente. Io se occulto I miei redditi sono evasore, l`affarista apolide invece pur non pagando tasse non lo é poichè é leggittimato a dichiarare I suoi redditi presso apposite giurisdizioni (alle quali solo lui ed I suoi pari sono autorizzati ad accedere) dove vige l`esenzione salvo un contributo irrisorio. Allo stesso modo se il piccolo imprenditore inquina é severamente tassato e punito, invece il grosso inquinatore multinazionale o é autorizzato a produrrre in luoghi dove la compliance ambientale é di fatto ignorata, o privilegiato da esenzioni governative, oppure può avvalersi di strumenti formali fittizi (le quote di CO2) tali per cui può inquinare legalmente.
    Inoltre il progresso nell`acquisizione della ricchezza che già era piuttosto difficoltoso e selettivo, oggi é diventato ancora più chiuso ed esclusivo, privilegiando particolarmente l`establishment e la ricchezza già acquisita. Cosa che curiosamente diventa molto simile all`ancien régime nella differenza tra nobili e non aristocratici.

    Più democratico é invece il fronte del piacere individuale. Difatti il progresso ha voluto che l`abuso di sostanze psicotrope, sesso, comportamenti sessuali particolari, attività rischiose legalizzate, sia divenuto accessibile anche alle classi subalterne. Una volta il senza potere poteva rovinarsi solo con l`alcool, il gioco clandestino, la prostituzione da strada e con qualche difficoltà e rischio con l`abuso di droghe. Oggi invece a partire dai giochi d`azzardo on line che spogliano il cliente direttamente a casa propria, le occasioni ed I modi per autodistruggersi sono diventate molteplici ed alla portata di tutti. Ovviamente il punto di arrivo é sempre lo stesso: la spremitura economica prima e la distruzione fisica del cliente dopo.

    Sfortunatamente é anche pernicioso il solo insegnare o additare come esempio positivo tali due finalità. Ovvero si inculca nel giovane che lo studio ed il lavoro onesto sono in sé stessi solo fatica per un compenso normalmente minimo rispetto allo sforzo profuso. Il concetto della personale soddifazione per l`adempimento puntuale del proprio dovere, nonchè il preservare il proprio corpo e la propria mente da piaceri dannosi e distruttivi sono considerate cose da stupidi. Chi vince é il “furbo” che mediante trucchi e vie traverse arriva allo scopo. Come il piacere della vita é la trasgressione praticata sempre quando possibile, supponendo che la stessa sia senza conseguenze e porti solo vantaggi e ricchezza.

    Il risultato pratico di simili idee é l`atrofizzazione del libero pensiero individuale e del senso critico, opportunamente ampliata mediante gli strumenti informatici. Oggi I ragazzini dialogano più con lo “smartphone” (smart, dove??) che con il compagno di banco. Persino per scegliere come vestirsi solo I poveracci vanno al negozio ad acquistare fisicamente le proprie cose dopo averle viste e provate. Invece I “fichi” ascoltano l`”influencer” che li imbottisce di sciocchezze e di cose tanto costose quanto inutili. Ed anche istituzioni che dovrebbero essere guida ferma per l`umanità, temo purtroppo per mero interesse di politica ed economica sopravvivenza o cupidigia di potere, tentano con speciose argomentazioni di stravolgere il bene ed il male confondendo la probità con la non probità. Vedasi l`Islam da indubbio faro di civiltà, traformato in religione di morte e di sopraffazione senza senso né fine o certi strani precetti che la Chiesa Cattolica comincia a diffondere sia in campo dottrinale che secolare. Ne é esempio la divertente riscrittura del cap. 19 della Genesi, dove pare che si sia scoperto che Il delitto dei locali impenitenti abitanti non era il connubio contro natura, bensì l`aver tentato di infierire sugli stranieri mancando di ospitalità. Formidabile esegesi! Due piccioni con una fava: da un lato l`atto sessuale contro natura e pure consumato mediante abuso sul non consenziente non é più considerato delitto capitale, dall`altro é punibile col fuoco terreno e la dannazione eterna chi manca ai propri doveri e non accoglie degnamente gli stranieri (anche se appunto vengono a portare il fuoco divino o terreno) . Chi ha orecchie intenda e si penta a cominciare dal “neo sodomita” Salvini.

    Di questi giorni é anche l`esempio sciagurato dell`incidente di Roma sulla Flaminia Vecchia e C.so Francia. Autorevoli commentatori hanno scritto di tutto, per arrivare adesso a tirare la croce addosso all`investitore e celebrare lo sfortunato sacrificio delle due vittime, ritenute innocenti portatrici di somme virtù. Ora io non mi pronuncio sul merito dei fatti, né sulla personalità degli attori perchè non ho visto e non so. Però mi sento di dire, con il massino rispetto per vivi e morti, che a due ragazzine di 16 anni la mamma avrebbe dovuto da tempo aver insegnato (anche a prezzo di qualche scapaccione) che le strade a scorrimento veloce con il rosso e magari anche non sulle strisce non si attraversano per nessun motivo. Come pure I genitori dello sfortunatissimo investitore avrebbero dovuto a tutti costi evitare che il loro figliolo circolasse di notte ubriaco, con un`auto che forse non avrebbe potuto nemmeno guidare. Ciò anche in considerazione dei suoi precedenti sia comportamentali che di guida, aggravati dal fatto che nonostante legalmente maggiorenne dia dimostrazione di evidente immaturità e conseguente carenza di educazione. Da qui ne é nata una vera tragedia che mi ricorda le parole che Shakespeare mette in bocca al principe di Verona ai funerali dei due sfortunati amanti: Everyone is punisched! Ciascuno é punito ed anche duramente perchè si sono ignorati I minimi precetti del vivere sano e civile.

    Ma tornando al tema credo appaia evidente il madornale errore insito nel perseguire senza regole e buon senso il profitto ed il piacere individuale. E mica per bacchettoismo medioevale o invidia di classe, solamente perchè tali comportamenti generano solo disastri sia individuali che collettivi. E ne fà purtroppo fede il continuo ed inesorabile decadimento economico, sociale ed umano in cui stiamo vivendo.

    Il Fato, la Natura, la giustizia di Dio, o il semplice Caso certamente vi porranno rimedio, rapido e definitivo e temo molto prima di quanto si creda. Ma il prezzo da pagare sarà molto alto per tutti ed assieme ai colpevoli periranno anche molti innocenti.

Lascia un commento