LOTTA DI CLASSE ECOLOGICA

Condividi:

LA LOTTA DI CLASSE SI FA ECO -FRIENDLY

La lotta di classe, ossia oggi la lotta della global élite contro la popolazione generale, ha quattro componenti:

-la dominazione (il potere politico, la repressione, oggi soprattutto la creazione di dipendenze da reti monopolistiche);

-lo sfruttamento (lavorativo, finanziario, oggi soprattutto mediante estrazione di risparmio e ricchezza attraverso tasse, tariffe, maxifrodi);

-la manipolazione (propaganda, indottrinamento, controllo dell’informazione, oscuramento);

-il ridimensionamento, ossia il modificare la quantità della classe servente: se il surplus è dannoso, lo si elimina. E questa è la fase finale della lotta di classe, dove la classe utilizzante sopprime l’eccesso della classe utilizzata. Quest’ultima componente oggi sembra sia diventata primaria e prioritaria per salvare il pianeta, e conferisce alla lotta di classe il carattere di ‘ecologica’, ‘eco-friendly’ – che soppianta quello del ‘market friendly’.

La nostra sensibilità morale spesso fa da paraocchi e ci impedisce di riconoscere la realtà, perché non possiamo accettarla. Quindi respingiamo e screditiamo a priori certe spiegazioni. Ma è inevitabile, è ovvio, è confermato da dichiarazioni di leaders politici, iniziando da Kissinger nel 1974 sulla scia de I limiti dello sviluppo (Club di Roma, 1971) (prevedeva proprio per quest’anno l’inizio del declino della disponibilità di cibo e servizi), come pure dai fatti (ad esempio la elaborazione continua di agenti patogeni infettivi virali e batterici quali il Covid 19, e l’adozione di modelli economici che diffondono la povertà) – è confermato, dicevo, che l’agenda fondamentale di questo periodo storico è la messa in sicurezza della biosfera mediante la riduzione drastica della popolazione con metodi che minimizzino l’impatto sulla biosfera e sull’ordine pubblico, ossia siccità, carestie, epidemie, preparazione di cibi e bevande con sostanze nocive (zuccheri, conservanti, coloranti), farmaci e vaccini contaminati e aventi effetti collaterali ritardati e non percepibili, compromissione dello sviluppo delle difese immunitarie, domani alterazioni genetiche; il tutto con una presentazione mediatica e istituzionale che nasconda il disegno e induca malintesi, idee di necessità, di utilità. Lo spiegavo ne Oligarchia per popoli superflui – l’ingegneria sociale della decrescita infelice, del 2010 (seconda edizione: 2019).

Risale al 24 aprile 1974 il “Memorandum” per la Sicurezza Nazionale «Implicazioni della crescita mondiale della popolazione per la sicurezza degli Stati Uniti e i suoi interessi all’estero». In esso, desecretato nel 1989, si progetta di dimezzare la popolazione del globo terrestre. Esplicitamente Henry Kissinger propone: «lo spopolamento (depopulation) dovrebbe divenire la prima priorità della politica USA verso il Terzo Mondo». Robert Mc Namara, ex presidente della Banca Mondiale, ex segretario degli Stati Uniti e uno dei maggiori fautori del programma mondiale di vaccinazioni ha dichiarato: «Bisogna prender misure drastiche di riduzione demografica, contro la volontà delle popolazioni. Ridurre il tasso di natalità si è rivelato impossibile o insufficiente; bisogna quindi aumentare il tasso di mortalità. Come? Con mezzi naturali: la carestia, la malattia» (citato da Gianni Lannes, che fornisce anche ampia bibliografia: http://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2020/03/coronavirus-per-annientare-la.html).

I popoli più avanzati, quelli che conservano memoria delle lotte per i diritti, le libertà, le sicurezze, vengono parallelamente trattati con protratte depressioni economiche, permanenti situazioni di ansia, allarmi borsistici, terroristici e sanitari,  interminabili crisi finanziarie, croniche precarietà, crescenti rinunce a servizi, privacy, sicurezze, diritti, sempre nuove sottrazioni di risparmi e di reddito, pervasive sostituzioni etniche, così che sviluppino una sorta di depressione endemica, cioè profonda sfiducia e pessimismo, che prevengono i fenomeni di resistenza e ribellione politica. E poi bisogna abituarli a non riunirsi in pubblico, lasciando le strade a militari e polizia.

La Terra è un sistema pressoché chiuso, dunque non può crescere indefinitamente, e la popolazione (i consumi, le emissioni) crescono in parallelo col crescere della disponibilità di energia (necessaria per concimi, diserbanti, macchine agricole, industria alimentare). La green economy, nel suo complesso, è uno specchietto per allodole, non tanto perché ha costi economici e ambientali eccessivi, quanto perché la quantità di energia solare utilmente intercettabile a terra è largamente insufficiente e, soprattutto, perché non risolve il complessivo problema delle emissioni e dell’esaurimento delle materie prime, della fauna marittima etc. Idem per l’energia libera (quella che molti immaginano si possa creare energia in deroga al secondo principio della Termodinamica, oppure prenderla dall’universo), quand’anche fosse realizzabile. Peggio ancora la moneta libera, ossia per una moneta generata dal settore pubblico senza indebitamento (come avviene con le monetine) per massimizzare il potenziale produttivo: porterebbe sì a un’impennata degli investimenti, della produzione, dell’occupazione, ma ciò accelererebbe l’esaurimento delle risorse limitate e innescherebbe guerre per accaparrarsele, e poi il disastro ecologico.

Se non interviene un qualche essere o potere soprannaturale, il nostro pianeta oggi, coi suoi 7 miliardi di occupanti, ha davanti due futuri alternativi:

a-attraversare un periodo di immani catastrofi climatiche, socioeconomiche, pandemiche e belliche, e infine diventare una fogna avvelenata per i pochi superstiti, che dovranno sopravvivere in una biosfera degradata, impoverita e compromessa;

b-oppure ricevere il trattamento suddetto e diventare un giardino per 600 milioni di abitanti, quanti essa può sostentare in modo sostenibile, ‘verde’, cioè al ritmo della rigenerazione delle risorse ambientali.

Affinché si realizzi la seconda ipotesi anziché la prima -sempre salvo l’intervento suddetto-, sembra indispensabile depopolare in modo controllato: un male enorme, ma minore dell’alternativa, cioè dello spopolamento incontrollato, in quanto risparmierà sofferenze immani e altresì devastazioni della flora e della fauna, probabilmente irrimediabili. E così la lotta di classe si è fatta guerra strisciante di sterminio condotta dall’élite tecnologica e finanziaria nonché militare contro i 6,5 miliardi di sovrappopolazione.

Da Deucalione e Pirra rinascerà forse una nuova, diversa e migliore Umanità. Oppure tutto è solo un brutto sogno.

12.03.2020 Marco Della Luna

http://pdf.usaid.gov/pdf_docs/PCAAB500.pdf

Riferimenti:

http://pdf.usaid.gov/pdf_docs/PCAAB500.pdf
https://www.cbd.int/financial/doc/wri-health.pdf
https://www.gatesnotes.com/Health/How-to-respond-to-COVID-19?WT.mc_id=20200228175011_COVID19_BG-TW&WT.tsrc=BGTW&linkId=83234892
https://www.forbes.com/sites/brucelee/2017/02/19/bill-gates-warns-of-epidemic-that-will-kill-over-30-million-people/#1bd625b8282f
https://www.gatesfoundation.org/
https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1198743X14630032
https://www.dailymail.co.uk/news/article-1242147/The-false-pandemic-Drug-firms-cashed-scare-swine-flu-claims-Euro-health-chief.html
https://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(14)62398-9/fulltext
http://hermes.psc.edu/
https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0264410X15009792
https://www.who.int/en/news-room/fact-sheets/detail/immunization-coverage
https://www.businessinsider.com.au/bill-gates-warns-the-next-pandemic-disease-is-coming-2018-4
https://www.businessinsider.com.au/pandemic-risk-to-humanity-v2-2017-9
https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMp2003762
https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMp1806283
http://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2020/03/coronavirus-targato-bill-gates.html
https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=coronavirus
https://www.repubblica.it/economia/2017/06/02/news/bill_gates_oms-166804494/?refresh_ce
http://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2020/03/coronavirus-bill-gates-luntore.html
http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2012/10/vaccini-esperimenti-segreti-in-italia.html
https://www.gatesfoundation.org/Media-Center/Press-Releases/2020/03/COVID-19-Therapeutics-Accelerator

Condividi:

Informazioni su admin

Avvocato, autore, scrittore
Questa voce è stata pubblicata in GENERALI. Contrassegna il permalink.

1 risposta a LOTTA DI CLASSE ECOLOGICA

  1. Sibilla Tiburtina scrive:

    Caro Avvocato e stimati lettori
    per una volta non sono d’accordo con il signor Ahfesa quando dice che non crede che l’epidemia sia stata provocata ad arte per privarci della libertà.

    Sono molti gli elementi che messi in fila fanno pensare esattamente il contrario.
    1 – Le malattie misteriose nate dal nulla. Hanno cominciato con l’Aids, poi è venuta la Mucca Pazza, l’Aviaria (50 milioni di pulcini uccisi), l’Influenza Suina, la Sars e infine Ebola. Tutte prove generali per vedere l’effetto che fa. E adesso il colpo grosso.
    2 – Le terrificanti teorie neo-malthusiane sostenute da Bill Gates per la “depopulation” e i suoi video recenti con le previsioni su prossime epidemie e l’importanza dei vaccini “a fin di bene”
    3 – Le simulazioni di pandemie da coronavirus fatte guarda caso subito dopo il meeting di Davos
    4 – Gli enormi guadagni che faranno i Big Pharma con vaccini, con nuove società legate sempre alla Fondazione Gates
    5 – Le esercitazioni militari americane che ristabilirebbero l’ordine in caso di bisogno

    Ma la cosa più importante è che hanno trovato l’Arma totale per il Dominio totale, che poi è un’arma vecchia come il mondo: la Paura della Morte.

    Ed ecco che davanti al nemico invisibile, che non può essere identificato e quindi non può essere combattuto, si opera un’enorme manipolazione di massa che è un vero e proprio esperimento di ingegneria sociale, con un lavaggio del cervello quotidiano degno di “1984” di Orwell e di “Farenheit 451” di Ray Bradbury.

    In Farenheit 451 la gente viveva davanti al televisore, il Grande Fratello che diceva a tutti cosa fare e come. Oggi vive attaccata allo smartphone e al computer (Bradbury non ne aveva previsto l’invenzione), che in questi giorni di clausura serve a passare il tempo come il miglior panem et circenses di una volta.

    E tramite i telefonini passano messaggi demenziali:
    «A Roma alle sei da tutte le finestre dovrebbero cantare l’inno di Mameli….esco per curiosità e registro!!!!»
    o ancora:
    «Stasera alle 21 si spengono tutte le luci di casa e fuori accendete la luce del telefonino rivolta verso l’alto così il satellite farà vedere l’Italia tutta illuminata. PASSATE IL MESSAGGIO».

    Fantastico! E soprattutto serve a molto! Dopo averlo demonizzato per cinquant’anni si resuscita persino l’amor di Patria quando fa comodo, per dare una “fede” alle masse. Fede nello “Stellone”, secondo le migliori tradizioni italiche: «Andrà tutto bene!».

    In 1984 di Orwell c’era “l’Ora dell’Odio” istituzionalizzata, durante la quale il popolo sfogava il suo odio su di un obiettivo ben definito.
    Il Pensiero Unico dominante di oggi – veicolato dai media – ha trasformato l’Ora dell’Odio in “Ora dell’Amore”: il popolo bue canta sui balconi per ringraziare i nuovi Eroi, medici e infermieri. Così non pensa ai criminali che hanno causato tutto questo, sui quali sarebbe giusto concentrare odio e rabbia. Due piccioni con una fava: si distrae le gente, le si dà qualcosa in cui credere e sperare, e si evitano ribellioni.

    “Vulgus vult decipi et distrahi.”
    Ovvero il popolo – anzi il Volgo, come si diceva una volta – vuole essere ingannato e intrattenuto.

    Grazie al virus sono state decise inaccettabili limitazioni della libertà personale come nell’Urss di Stalin. Nessuna libertà di movimento e soprattutto il divieto di interazione sociale: quindi niente proteste, niente assembramenti, niente elezioni, niente scioperi, tracciamento totale di tutto quel che si fa, mantenimento dello sciagurato governo servo di Bruxelles, sospensione dei diritti civili, minacce di multe, sanzioni e carcere. Manca solo il passaporto interno per andare da un comune all’altro: per ora basta l’autocertificazione per andare a fare la spesa (“com’è buono lei!…” diceva Fantozzi).

    In attesa dei nuovi Salvatori della Patria che verranno a salvarci e vaccinarci e ci porteranno via quel poco che resta a botte di spread e ribassi in borsa.

    Questa è un’operazione di manipolazione di massa su scala mondiale che prelude al Governo Mondiale auspicato dai soliti noti.
    L’Italia è stata scelta come banco di prova di questo “nuovo modo di vivere” nel “rispetto delle regole” che fino a ieri erano state derise come retrograde e antiquate. Regole che però valgono solo per “gli altri”, non per gli “happy few”.
    Attori, cantanti, ‘influencer’ donano milioni ed esortano a “seguire le regole”. E il popolo li segue come profeti; del resto è riuscito a eleggere l’indimenticabile Cicciolina…, non c’è da stupirsi. Sono “tutti italiani” come la Von der Leyden…

    E visto che in Italia (finora) è andata bene, adesso lo estenderanno a tutto il resto del mondo, facendo sempre leva sulla Paura. Ma fino a quando?

Lascia un commento