CHE FARE COL TRADITORE?

Condividi:

In questi giorni il dibattito mediatico e politico, e lo scandalo, si concentra sul punto se Napolitano abbia preparato con Monti il suo subentro a Berlusconi mesi prima che Berlusconi si dimettesse.

Ma il punto rilevante è un altro.

Ormai è di dominio pubblico che la crisi dello spread contro l’Italia non aveva fondamento oggettivo, essendo allora (inizio di estate 2011) i nostri fondamentali decenti e stabili, bensì fu scatenata artificialmente dalle  banche tedesche (e forse anche dal governo di Berlino) mediante la vendita criminale, massiccia e concentrata di btp italiani per creare allarme sulla solvibilità dell’Italia e far fuggire i capitali verso il Bund, in modo da puntellare l’allora vacillante sistema bancario tedesco, che si era riempito di titoli tossici americani e di debito greco e spagnolo. Il governo Monti, poi, servo di Berlino, supportato dal Quirinale, oltre agli altri macelli, tassò gli italiani per rimborsare ai banchieri speculatori tedeschi le perdite su questo debito.

Ciò premesso, il vero scandalo, il vero tradimento di Napolitano, si avrebbe se risulterà che Napolitano abbia scientemente collaborato a questo piano. In tal caso, non sarebbe da mettere in stato di accusa, ma da catturare e rinchiudere de plano. Si penserà poi a come processarlo.

Ma lasciarlo lì, a gestire altre crisi di governo, ora, sarebbe da manicomio.

11.02.14 Marco Della Luna

Condividi:

Informazioni su admin

Avvocato, autore, scrittore
Questa voce è stata pubblicata in GENERALI. Contrassegna il permalink.

9 risposte a CHE FARE COL TRADITORE?

  1. beppe scrive:

    Bhè, di solito i traditori si fucilano.
    Gliel’ho già scritto.

  2. Giovanni scrive:

    Certamente!

    B non era simpatico né alla Merkel né a Obama né a Draghi (BCE).

    Ora tutti elogiano l’ex Goldman Sachs DRAGHI per aver salvato l’Euro e l’Italia dopo aver immesso nel mercato massiccia liquidità per placare la speculazione sui titoli pubblici italiani, ma perché quando c’era B al Governo non fece altrettanto?

    Questa è la vera domanda da porsi che però nessuno si è mai chiesto fino ad ora…. o mi sbaglio?

    Tutto ciò è tipico degli appartenenti al Gruppo Bilderberg: prima creano il problema o la crisi e poi mandano loro uomini nei centri di potere per risolvere il tutto, passando per salvatori della patria o del mondo. E infatti ora sono tutti pronti a ringraziare Draghi (vedi lo stesso Alan Friedman).

    Quindi, caro Avv Della Luna, non è solo Napolitano ad aver tradito.

    Giovanni V.

    P.S. A proposito di Alan Friedman, Lei Avv Della Luna sa per chi lavora? E’ davvero indipendente come vuol far credere?
    Qualcosa mi dice che dietro questa operazione “verità” a scoppio ritardato ci sia la finanza londinese…
    Se cade Napolitano cade anche Letta e il paese va nel CAOS più completo anche con Renzi a Palazzo Chigi…
    E si sa, con il CAOS è più facile svendere i pochi gioielli di Stato italiani ancora rimasti (vedi panfilo Britannia ai tempi di Mani Pulite o Sporche…)

  3. Giovanni scrive:

    Certamente!

    B non era simpatico né alla Merkel né a Obama né a Draghi (BCE).

    Ora tutti elogiano l’ex Goldman Sachs DRAGHI per aver salvato l’Euro e l’Italia dopo aver immesso nel mercato massiccia liquidità per placare la speculazione sui titoli pubblici italiani, ma perché quando c’era B al Governo non fece altrettanto?

    Questa è la vera domanda da porsi che però nessuno si è mai chiesto fino ad ora…. o mi sbaglio?

    Tutto ciò è tipico degli appartenenti al Gruppo Bilderberg: prima creano il problema o la crisi e poi mandano loro uomini nei centri di potere per risolvere il tutto, passando per salvatori della patria o del mondo. E infatti ora sono tutti pronti a ringraziare Draghi (vedi lo stesso Alan Friedman).

    Quindi, caro Avv Della Luna, non è solo Napolitano ad aver tradito.

    Giovanni V.

    P.S. A proposito di Alan Friedman, Lei Avv Della Luna sa per chi lavora? E’ davvero indipendente come vuol far credere?
    Qualcosa mi dice che dietro questa operazione “verità” a scoppio ritardato ci sia la finanza londinese…
    Se cade Napolitano cade anche Letta e il paese va nel CAOS più completo anche con Renzi a Palazzo Chigi…
    E si sa, con il CAOS è più facile svendere i pochi gioielli di Stato italiani ancora rimasti (vedi panfilo Britannia ai tempi di Mani Pulite o Sporche…)

    http://www.disinformazione.it/stirpedraghi.htm

  4. ahfesa scrive:

    Postilla. L`avvocato ci chiede cha fare del ns/ Grande Presidente.
    Ahimé io devo ancora una volta disingannare i miei creduli compatrioti che pensano di esser dei portenti di acutezza nel cuare il loro orticello, mentre tutto va a catafascio, loro per primi.
    Difatti tutti anche sanno, che il ns/ Grande Presidente é cresciuto alla scuola del Migliore. Sissignore dei quel simpatico e celebrato soggetto che tra l^altro ha occultato la “scomparsa” di quella famose centomila gavette di ghiaccio, mandate da un altro criminale nostrano in vacanza in Russia. Ora il Migliore Palmiro, degnamente ospitato dallo zio Baffone all`hotel Lux era molto addentro alla somministrazione di purgoni clisterati che facevano felici e perfettamente curati i pazienti che volentieri, anche pubblicamente vi si sottomettevano.
    E molto ha imparato il Grande Presidente, tanto che quasi novantenne, ancora conta parecchio, almeno verso noi sudditi.
    Quindi non dobbiamo domandarci cosa noi faremo di lui, bensì che lui (ed i suoi burattinai) faranno di noi.
    E temo che qui nascano preoccupanti pensieri, sempre noi ovviamente.

  5. iltafanosocratico scrive:

    Sembrerebbe faccia parte del bilderberg o, quantomeno, ha preso parte ad alcune sue riunioni.
    Ha nominato Monti senatore a vita e questi, parimenti,sembrerebbe abbia partecipato alle sedute del bilderberg (che non è un club “amici della musica”).
    Non ha sciolto il parlamento allorquando il governo di cui si parla andò in crisi (ciò che, invece, a mente della Costituzione avrebbe dovuto fare).
    Ha conferito mandato a Monti per quel governo (e questa è una sua prerogativa)
    Per la questione spreed, da parte di una Procura di provincia (non ricordo quale, ma è agevole saperlo con una semplice ricerca su internet) è stata aperta un’inchiesta su una di quelle società di rating (nella quale lavora Monti junior).
    Non ha rimandato il testo di legge sullo scudo fiscale alle camere ed altre leggi che sono in contrasto con i principi della Cost.
    Se queste non sono prove, a me sembra che abbiano la dignità di indizi (gravi precisi e concordanti) circa il fatto che “abbia scientemente collaborato a questo piano”.

  6. ahfesa scrive:

    Io sono montanaro e da me corre un detto: un pollo anche se gli dai triplo becchime e gli insegni a far glu-glu invece che coccodé non diventerà mai tacchino.
    Tutti sanno che il ns/ Grande Presidente dal primo dopoguerra all`inizio degli anni 90, dunque per 45 anni ca., ha gabellato agli italiani creduloni che I paesi a socialismo reale fossero la novella cuccagna ed il paradiso delle libertà civili, economiche e politiche. Mi sono permesso di chiamare creduloni I miei stimati concittadini poichè bastava non dico recarsi in loco, ma solo vedere le immagini di quelle genti (quelle pubblicate dal PCI ed amici ovviamente) per rendersi conto dell`evidenza dei fatti. Ed anche di come I potenti laggiù vivessero da re, mentre il “proletariato dittatore a parole” facesse la fame oppresso dai propri capi, dai padroni russi e concusso dalla dilagante corruzione. Tanto che si dovevano erigere barriere sorvegliate da militi spietati, non già per impedire “l`aggressione imperialista degli occidentali capitalisti”, bensì per vietare ai felici compagni di tagliare sottobanco la corda da un tale indesiderato paradiso.
    Ma il ns/ Grande Presidente mica si é “ravveduto” per coscienza del proprio abbaglio. Nossignore, ha cambiato di botto idea – per altro sconfessando senza vergogna, sia quello che fino ad un attimo prima con sussiego raccontava e sia chi ingenuamente gli aveva creduto – per causa di forza maggiore, D O P O che oramai era evidente l`imbroglio. E naturalmente ha cominciato a professare con protervia il nuovo credo come se per (ripeto) 45 anni, fosse stato dall`altra parte. Naturalmente sia prima che dopo “l`illuminazione” ha continuato a cumulare privilegi, prebende, ricchezze per sé e per I propri cari. E neppure per un attimo ha pensato di devolvere a quelli che aveva turlupinato almeno parte delle ricchezze accumulate con la frode politica nei 45 anni (ancora ripeto) precedenti. Ed é persino diventato un assuduo visitatore ed esitmatore di quell`”oppio dei popoli” che prima tanto sbeffeggiava.
    Dunque non deve stupire che gli astuti euro padroni a matrice teutonica abbiano con ragione pensato che chi si é sforzato per 45 anni di svendere il proprio paese ai sovietici, fatto salvo il proprio vantaggio e quello dei suoi sodali, non avrebbe esitato a mettere altrettanta bravura imbonitoria ed intimidatoria nel far lo stesso lavoro, solo stavolta a favore dei tedeschi.
    Come ai tempi era evidente che il socialismo reale fosse una mostruosa macchina di oppressione per favorire l`imperialismo di una nazione su altri stati sudditi, opprimendo il popolo dei senza potere, anche adesso é ovvio che la mitica “europa sovranzionale” sia un cocervo di capestri per favorire pochi privilegiati e punire I più deboli ed anche I più onesti.
    Con una differenza. Nella precedente fase storica I padroni del mondo ci hanno collocato per nostra fortuna dalla parte “buona” e ciò ci ha permesso di campare benino, nonostante I tentativi dei signori simili al nostro Grande Presidente. Adesso invece siamo dalla parte sbagliata del muro e già da tempo stiamo provando che cosa significhi.
    I modi per ribellarsi ed inceppare il meccanismo non mancano, anche perchè il mostro di Bruxelles-Berlino é una tigre di carta essendo minata dalla corruzione, malgoverno e dalla menzogna. Esattamente come il socialismo reale, che pareva una fortezza atta a sfidare I secoli ed invece si é dissolta nel nulla in pochi giorni. E ciò perché I popoli che ne facevano parte hanno semplicemente deciso di cancellarla dalla storia.

  7. Giovanni scrive:

    Certamente!

    B non era simpatico né alla Merkel né a Obama né a Draghi (BCE).

    Ora tutti elogiano l’ex Goldman Sachs DRAGHI per aver salvato l’Euro e l’Italia dopo aver immesso nel mercato massiccia liquidità per placare la speculazione sui titoli pubblici italiani, ma perché quando c’era B al Governo non fece altrettanto?

    Questa è la vera domanda da porsi che però nessuno si è mai chiesto fino ad ora…. o mi sbaglio?

    Tutto ciò è tipico degli appartenenti al Gruppo Bilderberg: prima creano il problema o la crisi e poi mandano loro uomini nei centri di potere per risolvere il tutto, passando per salvatori della patria o del mondo. E infatti ora sono tutti pronti a ringraziare Draghi (vedi lo stesso Alan Friedman).

    Quindi, caro Avv Della Luna, non è solo Napolitano ad aver tradito.

    Giovanni V.

    P.S. A proposito di Alan Friedman, Lei Avv Della Luna sa per chi lavora? E’ davvero indipendente come vuol far credere?
    Qualcosa mi dice che dietro questa operazione “verità” a scoppio ritardato ci sia la finanza londinese…
    Se cade Napolitano cade anche Letta e il paese va nel CAOS più completo anche con Renzi a Palazzo Chigi…E si sa, con il CAOS è più facile svendere i pochi gioielli di Stato italiani ancora rimasti (vedi panfilo Britannia ai tempi di Mani Pulite o Sporche…). E si sa, con il CAOS è più facile svendere i pochi gioielli di Stato italiani ancora rimasti…

  8. Enrico scrive:

    Che Napolitano e Monti fossero dei ……. del paese Italia e’ noto da tempo a tanti italiani , ma non a tutti e questo fa la differenza per cui non abbiamo saputo e potuto fare Giustizia permettendo costoro nel perpetrare ancora oggi a cedere il nostro paese al Nemico perché di nemici oggi dobbiamo parlare.Mi domando comunque dietro questo annuncio mediatico a distanza di tempo a chi giova tutto questo? ai cittadini che non avevano compreso o ad altri interessi che si stanno mascherando in previsione del fallimento dell’euro? Credo che dobbiamo imparare a non lasciarci influenzare e inseguire i Media ,ma provare a riflettere da soli e soprattutto ad divenire più determinati.

  9. Antonio scrive:

    Il crollo della II Repubblica non è certamente il solo evento in cui è coinvolto quest’uomo, sempre servo del potere assolutista. Prima Comunista, poi amico degli USA, e non dimentichiamoci di Aldo Moro. Insomma, un vero camaleonte. Non credo che vedremo il giorno in cui i responsabili di questo ordito piano di calpestamento e distruzione della libertà dell’uomo verranno trascinati in catene in pubblica piazza e messi alla berlina. Credo che il loro progetto andrà avanti e che ci attendono tempi molto bui.
    C’est la vie.

Lascia un commento