LA VERITA’ DIFENDA LA LIBERTA’

Condividi:

LA VERITA’ DIFENDA LA LIBERTA’

CAVALCANDO QUESTA ASSURDA EPIDEMIA DI “POSITIVI ASINTOMATICI” E DI MORTI DI CANCRO, INFARTO, VECCHIAIA ETC. REGISTRATI COME MORTI DI COVID, IL REGIME SI PREPARA A NUOVE CHIUSURE, A NUOVE ZONE ROSSE, A BLOCCARE LE ELEZIONI E L’ECONOMIA.

DICHIARA DATI FALSI E IMPORTA CLANDESTINI INFETTI

PER RESPINGERE I GOLPE, I SOPRUSI E LE FALSITA’ DEL REGIME, PER RESTARE LIBERI, PER NON DOVER FALLIRE, PER ESERCITARE I DIRITTI POLITICI, PER NON LASCIARSI SCIPPARE LE ELEZIONI, E’ POSSIBILE FAR ACCERTARE URGENTEMENTE LA VERITA’ CON UN RICORSO D’URGENZA AL TRIBUNALE:

AL TRIBUNALE DI_______________

Ricorso per accertamento tecnico preventivo

ex art. 696 c.p.c.

CONTRO: CONTE GIUSEPPE, GOVERNO ITALIANO, PROTEZIONE CIVILE E ALTRI

Il sig. _______ ( C.F. _______ ), residente in _______ alla via _______ n.__ ,  rappresentato e difeso e dall’avv. _______, presso il cui studio, in _______ alla Via _______ n. __, elegge domicilio, che lo rappresenta e difende giusta mandato a margine del presente atto.

PREMESSO

1- Che l’istante intende promuovere uno o più giudizi per:

a)far dichiarare l’illegittimità e ottenere la disapplicazione da parte del Giudice dei dpcm (Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri) e degli altri provvedimenti amministrativi del governo, in essere e venturi, che illegittimamente sospendano, limitino, condizionino l’esercizio di diritti costituzionali e derivanti dalla legge e da convenzioni internazionali; ovvero che, in violazione della Costituzione, delle leggi delle convenzioni internazionali ratificate impongano comportamenti, prestazioni, rinunce a diritti, accertamenti e trattamenti anche sanitari;

b)far condannare al risarcimento dei danni, derivati e a derivare da quanto al punto a) nonché di tutti gli abusi e le falsificazioni strumentali o conseguenti agli atti di cui al punto a), Conte Giuseppe quale presidente del Consiglio di Ministri  personalmente nonché tutti i membri del Governo corresponsabili nonché lo Stato in solido con essi;

2-Che, al fine dei promovendi giudizi, ha necessità di acquisire la prova:

a)della fallacia e imprecisione dei metodi testistici adottati dal Governo, ossia tamponi nasali e test sierologici su sangue prelevato dal dito o dal cavo del gomito; e in particolare del fatto che tali metodi rilevano, dando esito positivo, la presenza di qualsiasi rna (o rna di ogni virus Covid) e non specificamente del Covid 19; e che pertanto tali test danno tra il 60 el80% di falsi positivi; e che danno esito positivo anche si applicati ad organismi vegetali e animali diversi dall’uomo, come divulgato dalla stampa;

b)delle lesioni anche infiammatorie che il tampone nasale può causare, penetrando profondamente nelle fosse nasali, e della possibilità che da tali lesioni derivino infezioni;

c)del fatto che i dati divulgati dal Governo e dalla Protezione Civile nei bollettini giornalieri, e presentati come di giornata, erano e sono basati su dati raccolti diversi giorni prima;

d)che il modo di fornire i dati epidemiologici da parte del Governo e della Protezione Civile al pubblico è contrario alle regole della statistica e in particolare della statistica applicata all’epidemiologia, e che è tale da non consentire di farsi un quadro statisticamente valido della situazione; e che distorce i numeri in modo da far apparire una situazione più grave di quella risultante da una corretta (secondo o standard) elaborazione statistica; e che la terminologia medica usata nel pubblicare i dati è inesatta e confusiva tra le diverse categorie epidemiologiche, così da creare le prima epidemia di positivi asintomatici di tutta la storia.

3-Vi è urgenza di acquisire queste prove sia per il pericolo di dispersione e alterazione anche volontarie, stanti gli interessi in gioco, oltre che per fattori naturali (labilità delle sostanze chimiche e biologiche implicate, limitata conservazione dei campioni);

4-Vi è altresì urgenza di acquisire le prove onde scoraggiare e prevenire la perpetrazione, da parte del Governo e della Protezione Civile, di ulteriori comportamenti lesivi dei diritti sopra indicati della parte ricorrente e della collettività.

Tutto ciò premesso,

CHIEDE

Nominare

a)un consulente tecnico microbiologo assistito da un ausiliare infettivologo che accerti quanto al punto 2 a,b;

b)un consulente tecnico statistico che accerti quanto al punto 2 c,d.

indicendo all’uopo l’udienza di contraddittorio e conferimento dell’incarico.

Allega:

1-relazione sulla illegittimità dello stato di emergenza, dei dpcm, dei decreti legge

2-Documenti sulla inattendibilità dei tamponi

3-Documenti sulla lesività dei tamponi

4-Documenti sulla inattendibilità dei test sierologici

5-Documenti sulla tempistica dei dati epidemiologici forniti dai bollettini e sulla loro scorrettezza statistica

Si dichiara valore indeterminabile ai fini del contributo unificato.

Luogo:__________________

Data:_____________________

Firma_________________________

Condividi:

Informazioni su admin

Avvocato, autore, scrittore
Questa voce è stata pubblicata in GENERALI. Contrassegna il permalink.

1 risposta a LA VERITA’ DIFENDA LA LIBERTA’

  1. ahfesa scrive:

    Caro avvocato e stimati lettori,

    Per brevità riunisco I commenti sui vari post precedenti in un unico articolo.

    Il Referendum. Come dico spesso concussi sì, scemi no. Già nel programma latente del gov. Monti era implicita una “riforma costituzionale” che finalmente rendesse pacifica e legale la gestione del potere in senso elitario ed autoritario, ossequiente agli interessi dell`UE a gestione tedesca. Naturalmente il tutto motivato da una caterva di corbellerie entusiasticamente appoggiate da eminenti personaggi e dai media che contano. Ci ha provato il Renzi, con la sua furbastra prorompente parlantina, ma gli é andata male, appunto perchè come detto siamo concussi ed umiliati, ma non scemi. Adesso ci hanno riprovato I grilliti, mettendo in campo la furbastrata che per diminuire I privilegi degli yesmen che dovrebbero esercitare il potere legislativo e controllare l`esecutivo, basterebbe semplicemente il ridurne il numero. Motivazione risibile, perchè l`incidenza sul bilancio dello stato per gli emulumenti dei 300 parlamentari in meno é minima e per la dirimente ragione che il buon funzionamento del parlamento é funzione dell`assoluta libertà di elettorato passivo e dell`effettivo legame tra l`eletto ed il suo territorio ed elettori. Ma naturalmente la “riforma” non incide minimamente sul fatto che oggi soltanto per essere candidati al parlamento (ed ai consigli regionali) si deve avere l`indispensabile placet della segreteria di un partito a rilevanza almeno regionale, come pure non muta la norma per la quale, con la scusa di abolire la preferenza fomite di corruzione, all`elettore viene proposta una lista bloccata, sovente formata da un capolista famoso (che poi sarà eletto altrove) seguita da emeriti sconosciuti. Dunque come nell`URSS l`elettore vota a scatola chiusa personaggi decisi dalla nomenklatura dei partiti al potere che allora era uno solo, ma noi siamo su quella strada. E naturalmente le segreterie, oltre a compiacere sé stesse ed I loro diretti amici e lobbisti, scelgono come peones soggetti stranissimi, soventi chiaramente inadatti alla carica, del tutto sconosciuti ed avulsi dalla realtà territoriale dove concorrono e men che meno sono noti o hanno fatto nulla per gli elettori che dovrebbero rappresentare. La conseguenza é planare: questi personaggi sanno benissimo che devono il loro ambitissimo e privilegiatissimo status alla mera volontà della segreteria del partito che rappresentano e quindi per restare in auge e magari essere pure rieletti votano qualunque cosa ed appoggiano qualsiasi governo sia loro comandato. Ovviamente le segreterie che contano ai fini del reale esercizio del potere sui sudditi prendono a loro volta ordini da Berlino/Bruxelles e sono a loro volta scelte con gli stessi criteri dei parlamentari, per assicurarne l`obbedienza pro tempore. Voi capite dunque che la riduzione dei parlamentari giova solo a Berlino se non altro perchè ha meno yesmen da gestire. Il resto sono tutte balle.
    Per questi motivi io andrò a votare, poichè fin tanto che I tedeschi ci manterranno questo diritto non vedo ragione di rinunciarvi, ma annullerò la scheda (magari anche con una frase più o meno colorita) in quanto l`esito della consultazione mi é indifferente. Invece esso esito non é indifferente ai nostri capi pro tempore, poichè essendo loro personaggi di qualità più che scadente, in caso a Bruxelles decidessero (previa opportuna legge elettorale che assicuri il risultato) di rimescolare il mazzo, la maggior parte si troverebbe defunta politicamente. Certo ben pensionata e magari anche premiata si dignitosamente silente, ma fuori dalle cuccagne che contano e rendono felici. Ed in più molte piccole nullità assurte stranamente a posti di alto prestigio, per ignoranza hanno creduto bene di sbracare, offendendo soggetti che invece contano e continuano a contare, I quali non perderanno certo l`occasione di levarsi qualche sassolino dalle scarpe, anche a severo monito per gli altri yesmen in auge.

    Le azioni legali sul Bisconte e sugli altri furbastri al governo. Mi scusi l`avvocato ma sono anche queste tutte balle e per le ragioni dirimenti che lo stesso avvocato ci ha più volte validamente descritto. Chi deve indagare é la polizia che mai si metterà contro l`esecutivo in carica, soprattutto se eterodiretto da poteri invincibili. Chi deve decidere sono I magistrati, ma la posizione che essi assumono, le loro prese di posizione e comportamenti, lasciano intendere che mai tali procedimenti avranno un serio seguito indipendentemente dalla loro fondatezza. E ciò perchè anche I sigg. giudici hanno capito che se vogliono mantenere privilegi ed emolumenti non possono mettersi contro l`UE ed I tedeschi. Controprova: I “processi” al verdecornuto Salvini, naturalmente dopo che é stato defenstrato con danno e beffa. Quelli sì avranno un serissimo seguito per l`imputato, e pure se anche uno scemo si accorge che non hanno alcun fondamento e ciò per il solo art. 95 cost. Difatti prima di chiamare in correità il Salvini dovrebbe essere inquisito il Bisconte, poichè come capo del governo egli é responsabile in proprio di tutti gli atti dei suoi ministry. Ma naturalmente questo ai solerti inquisitori (ed ai sigg. Senatori) ben due volte é sfuggito.
    Quindi credere che il Bisconte & Sodali siano inquisiti per le porcherie che hanno fatto (e continuano a fare) in tema di epidemia e come pretendere che il tribunale del Reich inquisisca Himmler per maltrattamenti agli ebrei.

    Stesso discorso sul ben formato “Ricorso per accettamento tecnico preventivo”.
    Anche lo facessero un milione di sudditi finirebbe nella migliore delle ipotesi insabbiato nelle cancellerie, quando non meglio qualche solerte magistrato decidesse di procedere penalmente per direttissima contro l`attore inventandosi qualche reato tipo “vilipendio del capo del governo”, “tentativo di eversione” “lite temeraria”. E dato che I colleghi sarebbero disponibili le vie dell`appestamento giudiziario sarebbero infinite… per I poveracci senza potere ovviamente.
    E difendere la verità non é proprio cosa con I governati che abbiamo. Difatti si mobilitano tutti media, I social, le veline e persino I metereologi, per tirar merda sui quei cinque scemi che hanno chiesto I famosi 600 euri. Che la cosa sia inopportuna é ovvio, almeno in linea di principio, ma non é illegale. Difatti ai suoi tempi il Mortadella si avvalse della legge ad persoman di Berlusconi per sistemare tutte le sue questioni ereditarie, gabbando il fisco ed in barba alla morale sostenuta dal partito di cui era leader. A chi obbiettava rispondeva (pure seccato) che era legale e che la legge non l`aveva voluta lui. Ma sui 600 euri non si perdona, soprattutto se su 5 3 son leghisti. E se fosserto stati PD lo scoop di Repubblica sarebbe sortito egualmente? Ma queste sono bazzeccole rispetto alla ministra Azzonilina che (non si sa mai) si nomina preside di ruolo tra l`altro cancellando gli 80 candidati che stavano prima di lei in graduatoria. O lo stesso Bisconte che con un codicillo nel famoso “decreto agosto” (che per altro non c`é ancora) derubrica l`incassarsi in proprio la tassa di soggiorno da peculato a “semplice” evasione fiscale. Eh sì perchè quello che si é intascato mica bruscolini da evasione di sopravvivenza, ma due milioni é il papà della compagna del Bisconte proprietario dell`Hotel Plaza a Roma. E naturalmente nessuno sa se “l`evasore” abbia per patteggiare la condanna ad un anno e rotti di galera, effettivamente poi reso il maltolto ovviamente con interessi e sanzioni.
    Invece all`artigiano al piccolo proprietario immobiliare, al piccolo albergatore che non ha figlie nei posti giusti, faccia feroce, muso duro, niente sconti ed al massimo elemosine ed anche non per tutti.
    Due pesi e due misure dunque, oramai ogni giorno e pure avallate dai media.
    E l`UE é maestra in queste cose. Ad esempio vi sono patrioti di serie a quali gli scozzesi ed I bielorussi, semplicemente perchè I primi voglono fregare I sovranisti inglesi del burino Boris, I secondi girar la sedia sotto il sedere al Lukashenko per fregare Putin e far magari un`altra guerra civile tipo Ukraina. Invece ci sono I patrioti di serie B quali catalani, ben messi in galera, I padani dell`esautorato Salvini, gli svizzeri di merda chemnon vogliono l`UE e naturalmente gli inglesi imperialisti di Boris.

    Quanto al COvid-19, non spreco parole, poichè l`assoluta inutilità e complicazione demenziale dei provvedimenti del governo parla da sola. Ora io non ho prove ma dal comportamento dei capi e dalle fesserie operate qualcuno potrebbe benissimo pensare al sabotaggio deliberato. Come pure ce se ne guarda bene da indicare chiaramente le basi statistiche dei dati pubblicati ed anche questo mette in sospetto.

    Nossignore! Con le carte bollate in questa situazione noi senza potere non ci facciamo niente, anzi prendiamo legnate. Oramai se si vuole fermare questo meccanismo si deve andare per strada tutti e fermare il paese (prima che lo fermi il Biscnonte e quindi non abbiamo niente da perdere) e dire che tutto resta bloccato fino a quando certe facce da Monti in giù si sono trasferite a Bruxelles per restarci ovviamente. Esattamente come fecero I portoghesi nel 1974 per non pigliarsi un altro Salazar che li aveva sollazzati per 40 anni.

Lascia un commento