G7: REPARTO PSICOPATICI

G7: REPARTO PSICOPATICI Si legge un profluvio di rivelazioni e contenuti sul recente G7, che si è svolto a Carbis Bay, in Cornovaglia, dall’11 al 13 giugno. Nessuno invece ricorda le lezioni della storia: J.M. Keynes riferisce che, nel vertice di Bretton Woods per decidere il nuovo ordine monetario mondiale, si dibatteva tra due proposte, la sua e quella di un certo White; poi, verso la fine, alla scadenza delle prenotazioni delle camere in albergo, arrivo sul tavolo una terza proposta, non si sa da chi presi posta, e si dovette giocoforza firmare quella. I vertici ufficiali vengono di regola convocati per dare a decisioni già prese a porte chiuse una legittimazione e una paternità visibili agli occhi dei popoli. Così è stato per GATT, GATS, WTO, Euro e per molte altre decisioni da prendere. I delegati dei paesi più importanti entrano per primi nella stanza delle decisioni. Quelli dei paesi meno importanti vengono ammessi solo per la sottoscrizione. In quei vertici furono ‘decise’, a porte chiuse, senza coinvolgere i popoli e senza nemmeno informarli – anzi, imbonendoli sugli effetti di medio e lungo periodo di tali decisioni, cose come la globalizzazione dell’economia, l’aziendalizzazione-privatizzazione dei servizi pubblici essenziali, compresa la […]

Altro