MASCHERINA BIRICHINA

Condividi:

MASCHERINA BIRICHINA

La mascherina non ferma il virus, che è di gran lunga troppo piccolo: sarebbe come voler fermare le zanzare con una grata alle finestre.

Ferma le goccioline di saliva, impedisce di dare e ricevere sputi involontari, quindi serve nei contatti ravvicinati per non infettare e non essere infettati – però condizione di non toccarla mai durante l’uso e di igienizzarla o cambiarla sempre dopo ogni uso, condizioni che pochi rispettano. Ma anche se usata correttamente, come esperti hanno ripetutamente spiegato, la mascherina causa danni e pericoli:

-inumidita dal fiato, in un minuto diventa un terreno di raccolta e sviluppo di ogni sorta di germi (virus, batteri, muffe, parassiti), sia quelli che vengono da voi che quelli esterni, continuamente alimentati dall’umidità e continuamente riaspirati dal naso; quindi aiuta a far ammalare molta gente e sostiene i guadagni delle case farmaceutiche;

-costringe a reinspirare l’anidride carbonica espirata e toglie ossigeno, così da indebolire e acidificare l’organismo e facilitare molte malattie, dal Covid 19 al cancro, malattie che sempre sostengono i guadagni delle case farmaceutiche;

-le persone costrette a lavorare con la mascherina si stanno sicuramente procurando un danno, che cresce giorno dopo giorno;

-consente guadagni facili alla politica corrotta, come nello scandalo della Regione Lazio, presieduta da Zingaretti, segretario del PD, che certamente è estraneo ai fatti, ma ora si trova in difficoltà;

-è un mezzo per rendere visibile e minaccioso il contagio, che di per sé è invisibile: il vedere tutti gli altri con la mascherina sostiene il senso di allarme popolare continuamente alimentato dal governo e dalla Protezione civile con falsi dati statistici gonfiati;

-è un modo di abituare la gente ad obbedire, a reagire con la sottomissione a una paura costruita ad arte e senza una giustificazione razionale vericabile;

-è un modo per educare la gente, soprattutto i bambini, a vedere negli altri potenziali pericoli, cioè per distruggere i legami fiduciari e sociali, le reti di solidarietà di protezione, che possono opporsi al dominio incontrastato del sistema sulla gente.

Adesso avete capito perché il sistema insiste tanto per l’uso della mascherina, perché dice che dovremo portarla finché non arriverà il vaccino (cioè circa 18 mesi) e non parla nemmeno dell’uso preventivo delle vitamine D e C, che inoltre preverrebbe la paventata seconda ondata: vuole da una parte abituare la gente alla paura e all’obbedienza, e dall’altra alimentare il business delle multinazionali dei farmaci e dei vaccini. Analogo discorso andrebbe fatto per le prescrizioni circa i guanti e i lavaggi delle mani.

Ed è per questo, inoltre, che tutto l’apparato politico-affaristico-pseudoscientifico si è mobilitato contro la cura al plasma del prof. De Donno, che guarisce presto e costa poco. E’ per questo che hanno affidato la ricerca su questa cura non a De Donno a Mantova, ma a Pisa, territorio saldamente in mano alla politica delle multinazionali.

E’ inevitabile, quando la politica diviene dipendente dal capitalismo delle multinazionali, diviene nemica della gente e della salute pubblica, oltre che della verità.

Che cosa fare, per proteggersi dai danni causati dalla mascherina? Stante che essa causa rischio di gravi malattie, soprattutto il cancro, quindi mette in pericolo la salute e la vita, ritengo che l’imposizione di usarla sia contraria alla Costituzione e ai trattati sui diritti dell’uomo, e che quindi non possa essere punito chi rifiuta di portarla fuori dai casi e dai momenti di specifico bisogno; al contrario deve essere punito chi ne impone l’uso. 22.05.2020 Marco Della Luna

Condividi:

Informazioni su admin

Avvocato, autore, scrittore
Questa voce è stata pubblicata in GENERALI. Contrassegna il permalink.

1 risposta a MASCHERINA BIRICHINA

  1. ahfesa scrive:

    Caro avvocato e stimati lettori,

    noi siamo disinformati gravemente. Noi siamo ignoranti. Difatti oramai giornalmente i media che contano (l`informazione di qualità, quella che non dice fake, come p.e. Mediaset, che proclama in continui spot di essere « italianissima » ed « europeissima con radici italiane» ma paga le imposte in Olanda, con onesto ruling segreto) ci confermano il « quasi bulgaro » tasso di gradimento del Bisconte e dei Biscontini e l`inconcussa approvazione dei loro provvedimenti (sia quelli legiferati che ancor più quelli solo annunciati).
    Dunque é evidente che il popolo bue é contento e pienamente concorda con quanto fatto dal governo. Esso si pasce col molto messo tempestivamente in campo dall`Europa, nonché sembra si ritenga anche satollo e ristorato dalle provvidenze generosamente a tutti elargite. Tanto che finalmente libero dalle restrizioni sanitarie (per altro volute dai sovranisti per lubrichi fini) si dà alla pazza gioia nelle piazze e nei locali, con ampie libagioni, segno della ritrovata, anzi mai perduta, prosperità.
    Per contro i puzzolenti sovranisti (bugiardi, ignoranti, coprofagi, evasori fiscali, razzisti, pedofili ed ora anche assassini) crollano nelle intenzioni di voto, giustamente ritenuti responsabili dei danni sofferti per la pandemia. E difatti vi sono esercizi commerciali ed imprese in crisi che non riaprono o falliranno. Ma ciò é ovvio e naturale, trattandosi certamente di ingordi bottegai e biechi sfruttatori sovranisti ed evasori, giustamente puniti dal virus e poi dalle giuste cautele burocratiche del governo e dell`Europa. Ed il loro posto verrà occupato a grande beneficio dei consumatori e dei lavoratori, nonché del fisco olandese e lussemburghese, da digitali multinazionali e dall`e-commerce. Per gli illusi nostalgici di valori obsoleti non c`é più posto. Difatti il prof. De Donno é stato giustamente espunto poichè non ha capito il nuovo multiglobale concetto secondo il quale non conta curare, poichè il popolo bue é fungibile, ma creare profitto globale.
    Le « risorse » già ben riscattate dalle umiliazioni che l`ex ministro Salvini (che andrà in galera) ha loro ingiustamente inferto, arrivano oramai giornalmente a centinaia sulle nostre coste, segno della ritrovata solidarietà, del disvalore della difesa ignorante dei confini, anche con grande profitto degli « intermediari » non più caporali e negreri, ma benefattori, nonchè del contribuente italico a cui pagheranno la pensione. E giustamente la ministra Bellanova, che validamente rimpiazza i titoli accademici con grande e lungimirante esperienza di vita e di governo, ha introdotto una grande sanatoria, sia per beneficare quelli ai quali i sovranisti, ora sconfitti definitivamente, hanno interdetto le prebende, sia per invogliarne molti altri ad arrivare da fuori come « naufraghi » prontamente assititi da ONG e « navi madri » in modo da rendere sicuro e piacevole il viaggio. Poi tale astuta manovra fornirà manodopera legale alle multinazionali e loro collegati, che in cambio naturalmente lasceranno i caporali ed il nero, eleveranno i salari, pagheranno più contributi e tasse, ristorando le casse statali,creando nuovo consumo e nuovi ricchi (soprattutto tra le risorse)

    Tutti questi fatti evidenti ed anche doviziosamente spiegati da cortesi e dotti esegeti, quali la sig.ra Gruber (Bilderberg), dimostrano che il governo e soprattutto l`Europa (ingiustamente accusata di essere filotedesca), operano esclusivamente e disinteressatamente per il nostro bene e con salari da fame, solo per questo non tassati e pensionabili in età ridotta. Difatti tutti sanno che la « lotta all`evasione » lungi dall`essere un espediente per far cassa sui più deboli a vantaggio degli intoccabili che le tasse fingono di pagarle altrove mediante legali artifici, oppure per far cassa per soddifare gli usurai di Bruxelles e Francoforte, assolve invece a tre giuste e buone finalità per altro come tutti vedono puntualmente realizzate : educare il popolo bue, far pagare a tutti per far pagare di meno, aver più soldi per dar più servizi e meno burocrazia.

    Ed anche tutti sanno che il nostro governo (soprattutto quelli dal prof. Monti in poi) sono onusti della latina « pietas ». ovvero con giuste norme cercano di educare al bene il popolo bue.
    E così ci impongono le mascherine per la nostra sicurezza e la nostra salute, E se poi é anche il guadagno dei loro amici che ci speculano, tanto meglio e peggio per gli invidiosi. Ed i biechi sovranisti ignorano che la provvidenza di cui siamo beneficati ai nostri capi é costata duri sacrifici. Difatti si sono dovute postporre le imposte sulla plastica e quella sulle bibite gassate, che gli ignoranti pensavano fossero fatte solo per l`erario, ed invece erano ancora per la nostra salute. Come lo é l`aumento delle accise sui carburanti, luce e tabacchi, disposte solo per educarci a non sprecare, ad abituarci a vita frugale (come i danesi) e per rinforzare il nostro organismo.

    E ad euristico completamento vi é il nuovo programma della onnisciente signora Von der Leyen, fatto di digitalizzazione, riforme sostenibili, green, auto elettriche e biciclette, ed altre divertenti trovate che i soliti sovranisti dicono ci imporranno altri pesantissimi capestri, ma che invece sempre tutti sanno sono fatte solo per il nostro progresso.

    E difatti il progresso e l`aumento del tenore di vita generato dall`euro e dalle sagge politiche seguite da 10 anni a questa parte sono la planare dimostrazione della bontà dell`europa e del nostri governi.

    Quindi noialtri che cosa continuiamo a scrivere per niente ed a lagnarci di miserie immaginarie che solo noi pochissimi relitti di un`epoca morta vediamo ?

Lascia un commento