CONFLITTO DI CLASSE E SIGNORAGGIO MONETARIO

Condividi:

CONFLITTO DI CLASSE E SIGNORAGGIO MONETARIO: L’IMPERIALISMO OBBLIGATO DEGLI USA

Alla luce di quanto esposto nel precedente articolo, DEFINIZIONE DI SIGNORAGGIO MONETARIO, qui sotto riprodotto per comodità del lettore, si comprende che il conflitto di classe, oggi e domani più che mai, è il conflitto tra:

A)  coloro – diciamo la comunità bancaria e parabancaria, essenzialmente un cartello – che sono in grado di creare (enormi e crescenti quantità di) mezzi monetari scaricandone il peso debitorio sul resto del corpo sociale (debito pubblico, pubblicizzazione privatizzazione, verso altri soggetti, delle perdite), producendo continue crisi e bolle, ed estraendo così dal resto del corpo sociale non solo la ricchezza reale da questo prodotta, ma le sue capacità politiche e i suoi diritti giuridici; e

B)il rest0 del mondo.

La classe A si compone di poche migliaia di persone, al massimo; ha coscienza di classe, è consapevole dei meccanismi del mondo reale, è organizzata, concentra in sé il potere anche politico, tecnologico, militare; parla anche per bocca delle istituzioni pubbliche.

La classe B si compone di miliardi di persone, di cui pochissime hanno coscienza di classe e consapevolezza dei meccanismi del mondo reale; non è organizzata, se non frammentariamente; è divisa dai confini nazionali e da contrapposti interessi di categoria (lavoratori/pensionati, imprenditori/operai e impiegati; garantiti/non garantiti; primo mondo/terzo mondo, etc.); se resiste, è automaticamente  fuori legge, perché la legge è fatta dalla classe A.

L’internazionalismo comunista gridava: “Lavoratori di tutto il mondo, unitevi!”.

Si sono uniti, invece, i grandi capitalisti finanziari di tutto il mondo, formando una classe globale, prosperante e operante sopra i confini che dividono il resto della popolazione mondiale, e sopra i parlamenti e i governi.

Il mondo così organizzato dalla Classe A, ha una superpotenza unica ed egemone, gli USA, che mantengono (sia pure non da soli, ma in via di gran lunga principale) questa organizzazione del mondo adoperando metodi e mezzi imperiali, sia finanziari che militari, e comportanti costi enormi, quindi un deficit interno ed estero enorme e crescente, quindi la necessità di importare molto più di quanto esporta, e di finanziare questo squilibrio imponendo al resto del mondo l’accettazione della sua moneta superinflazionata nonché dei suoi titoli di debito pubblici e privati, compresi i famosi derivati, le cartolarizzazioni, i prodotti strutturati. Continua a creare sempre più moneta fittizia e sempre più capitale fittizio, in uno schema Ponzi globale di cui è prigioniera, e che è costretta  a imporre a tutti.  Le mega-truffe e le bolle speculative sono mezzi per collocare questi strumenti finanziari e farli fruttare a vantaggio di chi li progetta e a spese (debiti, tasse) della popolazione generale: signoraggio monetario internazionale.

L’ordinamento finanziario, e di conseguenza anche politico, del mondo, soprattutto della parte egemonizzata dagli USA, viene conformato a questa necessità di finanziamento dei costi per l’impero, come fino al ’29 avveniva con la precedente potenza imperiale, il Regno Unito, e la sua divisa, la Sterlina. In Asia, il principale accettatore del debito statunitense è stato il Giappone, fino al ’91, e poi, a seguito (o per mezzo) di una devastante recessione di quel Paese, gli è stata sostituita la Cina, e il Giappone, dopo 46 anni di crescita ininterrotta, ha smesso di crescere (guarda caso!). In Europa, la potenza che assicura l’acquisto del debito USA è la Germania, la quale, in cambio di questo servizio, ha ricevuto il feudo Europa (continentale), con licenza di dominarlo, scaricare alcuni suoi costi sui paesi europei subalterni, prendersi loro quote di mercato, vendervi i propri prodotti, estrarne capitali, industrie, cervelli, cambiarne i governi, e via discorrendo.

Il conflitto di classe tra Classe A e Classe B si presenta, pertanto, anche tra paesi: tra la superpotenza unica – gli USA, oggi; l’Impero Britannico, ieri – che ha la forza di imporre le proprie carte-debito senza valore come moneta accettata da tutti, e così di finanziarsi a costo zero, o meglio al costo delle forze militari di cui abbisogna per imporre l’accettazione; e paesi che sono forzati ad accettare quelle carte-debito e a dare in cambio beni, servizi, materie prime che gli USA non producono ma di cui abbisognano per il loro funzionamento e per pagare aiuti a regimi collaboranti e guerre contro quelli che non collaborano. Tra questi paesi, vi è una gerarchia: alcuni possono scaricare i costi su altri, che invece non possono scaricarli. L’UE e l’Euro, nel mondo dei fatti, servono principalmente a questo. Divide et impera.

02.02.14  Marco Della Luna

DEFINIZIONE DI SIGNORAGGIO MONETARIO

Il signoraggio monetario è la capacità di realizzare estrazione netta (cioè senza corrispondente cessione di beni o servizi reali) di potere d’acquisto dal corpo sociale mediante creazione ed emissione di mezzi monetari, ossia di  moneta primaria, moneta creditizia, promesse di pagamento e di ogni altro strumento finanziario liquido, cioè prontamente vendibile o scontabile, quali sono anche i prodotti finanziari derivati (da qui il business della produzione delle bolle finanziarie: servono ad estrarre ricchezza dalle società).

Più terra terra: è la capacità di prendere dal corpo sociale cose reali senza dare in cambio cose reali, ma mezzi simbolici  (generati senza costo) idonei a comperare cose reali prodotte dal lavoro degli altri e a loro spese.

Chi detiene il signoraggio si procura ricchezza, insomma, pagandola con  addebiti a carico del corpo sociale.

E’ ovvio il conflitto tra la Costituzione (principio di fondamento sul lavoro, principio di eguaglianza, etc.) e l’esercizio privato del signoraggio, soprattutto in regime di monopolio legale, come quello di cui gode il sistema bancario. E’ altrettanto ovvio che, in questo conflitto, vince il soggetto privato che possiede il signoraggio monetario.

Per nascondere la realtà, conseguentemente,  le regole contabili, quelle tributarie e l’insegnamento della finanza in generale devono ignorare la realtà economica dei flussi del potere d’acquisto, che sono flussi di ricavi, e che appunto non vengono contabilizzati.

28.01.14  Marco Della Luna

 

Condividi:

Informazioni su admin

Avvocato, autore, scrittore
Questa voce è stata pubblicata in GENERALI e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

14 risposte a CONFLITTO DI CLASSE E SIGNORAGGIO MONETARIO

  1. VECCHIA PICCOLA BORGHESE MASSONERIA
    13 febbraio 2014 alle ore 21.43
    https://www.facebook.com/notes/paolo-ferraro/vecchia-piccola-borghese-massoneria/578094468951209

    “Dice un avvocato, Marco Della Luna in un sito , che vi sono la classe A poche migliaia di oligarchi finanziari e la classe B , tutti gli altri miliardi di persone, divisi in “categorie ” . ( ?!)
    Poi, invece, dice il CDD [ .. ] , c’è la Classe C , di quelli che rimandati in storia e politica fanno pubblicità ad un MONDIALISMO stra-assoluto e talmente tanto potente da dover essere configurato come UNIVERSALE PLURIMILLENARIO INVINCIBILE Assoluto ( e non è nessuna di queste cose ), oppure lo nominano e descrivono a colpi di piramidi rigorosamente internazionali con mere discendenze nazionali.
    Sublimano così versandolo sul Mondo Piramidale il MALE assoluto, non perché non sia anche così, ma per poter poi di riflesso evidenziare il proprio BENE , sempre dalla parte di corposi interessi DI CLASSE ( la stessa) .
    E si esercitano così, invece d praticare e teorizzare le strategie per destrutturare le forme ed i diversi agglomerati di potere deviati, ovviamente.
    Dicono che deviati sono gli altri, ma le strumentazioni e le attività criminali sono ben “condivise” e la denuncia è a fini di “voti” ( da incamerare).
    E non si peritano nè si cimentano ad analizzare associazioni segrete loro rapporti , e altro ed altro . Che a tirar fuori le pagliuzze e le travi resterebbero tutti senza occhi.
    Questa è la Classe dei Perdenti Pessimisti filo mondialisti camuffati o dei nazional sovranisti massonici, che non hanno capito che la storia non è un programma di computer e che la storia marcia ed avanza e cambia rotta .
    Inutile levare concettualmente il timone .. e i marinai contano eccome .
    Ma se volete , banalmente , a classificare in A e B è la borghesia sovranista nazionale, portatrice degli interessi di classe propri, strumentalizzando nelle crisi il popolo : essa fomenta la TEORIA INGENUA DEL MONDIALISMO in conflitto con la altra componete massonica borghese internazionalmente collegata ed ispirata dal fine A, ma sempre alleata fondamentalmente all’altra squadra.
    UNa simpatica partita di rugby , palla ovale due gruppi di giocatori , e varie mischie, tanti calci, qualche costola rotta .
    L’importante è che si continui a giocare la partita , fare i punti a meta , o con lanci o con calcio piazzato . Gli arbitri internazionali controllano ed intervengono se necessario, negli spogliatoi vengono scelti tutti i partecipanti non in panchina . Rigorosamente il popolo rimane sugli spalti, chiamato a fischiare od applaudire .
    Le classi e la borghesia esistono eccome, e chiamare classe la “alta finanza” e per converso “categorie” le varie collocazioni sociali nei popoli nazionali è UNA MISTIFICAZIONE sotto-culturale . Ovviamente la gente resta sugli spalti, ben sapendo dove siano le responsabilità ed i ruoli nazionali e sovranazionali: osserva questo allucinato dibattere tra finta sinistra e finta destra tra pro o contro Mondialisti e tra pro o contro Sovranisti , complottisti esoteristi, complottisti antimondialisti, complottisti sovranisti e complottasti solo complottisti, e si limita a fischiare le azioni in contropiede e ad applaudire qualche meta .
    Ma state tranquilli : sino a che non riuscirà ad emergere la vera analisi dalla parte dei popoli e le varie etichette si sovrapporranno all’unico barattolo di classe del potere , si potrà continuare a giocare . Viva il rugby evviva la classe “non classe” che vuol far pagare o vuole levare le tasse.
    Sono sempre loro a varianti cromatiche visibili e varianti sotterranee ormai scoperte .
    Cambiamo gioco lavoratpri disoccupati piccoli commercianti agricoltori, studenti e veri intellettuali e non falsi professori ?!?!

  2. VECCHIA PICCOLA BORGHESE MASSONERIA
    13 febbraio 2014 alle ore 21.43
    https://www.facebook.com/notes/paolo-ferraro/vecchia-piccola-borghese-massoneria/578094468951209
    “Dice un avvocato, Marco Della Luna in un sito , che vi sono la classe A poche migliaia di oligarchi finanziari e la classe B , tutti gli altri miliardi di persone, divisi in “categorie ” . ( ?!)
    Poi, invece, dice il CDD [ .. ] , c’è la Classe C , di quelli che rimandati in storia e politica fanno pubblicità ad un MONDIALISMO stra-assoluto e talmente tanto potente da dover essere configurato come UNIVERSALE PLURIMILLENARIO INVINCIBILE Assoluto ( e non è nessuna di queste cose ), oppure lo nominano e descrivono a colpi di piramidi rigorosamente internazionali con mere discendenze nazionali.
    Sublimano così versandolo sul Mondo Piramidale il MALE assoluto, non perché non sia anche così, ma per poter poi di riflesso evidenziare il proprio BENE , sempre dalla parte di corposi interessi DI CLASSE ( la stessa) .
    E si esercitano così, invece d praticare e teorizzare le strategie per destrutturare le forme ed i diversi agglomerati di potere deviati, ovviamente.
    Dicono che deviati sono gli altri, ma le strumentazioni e le attività criminali sono ben “condivise” e la denuncia è a fini di “voti” ( da incamerare).
    E non si peritano nè si cimentano ad analizzare associazioni segrete loro rapporti , e altro ed altro . Che a tirar fuori le pagliuzze e le travi resterebbero tutti senza occhi.
    Questa è la Classe dei Perdenti Pessimisti filo mondialisti camuffati o dei nazional sovranisti massonici, che non hanno capito che la storia non è un programma di computer e che la storia marcia ed avanza e cambia rotta .
    Inutile levare concettualmente il timone .. e i marinai contano eccome .
    Ma se volete , banalmente , a classificare in A e B è la borghesia sovranista nazionale, portatrice degli interessi di classe propri, strumentalizzando nelle crisi il popolo : essa fomenta la TEORIA INGENUA DEL MONDIALISMO in conflitto con la altra componete massonica borghese internazionalmente collegata ed ispirata dal fine A, ma sempre alleata fondamentalmente all’altra squadra.
    UNa simpatica partita di rugby , palla ovale due gruppi di giocatori , e varie mischie, tanti calci, qualche costola rotta .
    L’importante è che si continui a giocare la partita , fare i punti a meta , o con lanci o con calcio piazzato . Gli arbitri internazionali controllano ed intervengono se necessario, negli spogliatoi vengono scelti tutti i partecipanti non in panchina . Rigorosamente il popolo rimane sugli spalti, chiamato a fischiare od applaudire .
    Le classi e la borghesia esistono eccome, e chiamare classe la “alta finanza” e per converso “categorie” le varie collocazioni sociali nei popoli nazionali è UNA MISTIFICAZIONE sotto-culturale . Ovviamente la gente resta sugli spalti, ben sapendo dove siano le responsabilità ed i ruoli nazionali e sovranazionali: osserva questo allucinato dibattere tra finta sinistra e finta destra tra pro o contro Mondialisti e tra pro o contro Sovranisti , complottisti esoteristi, complottisti antimondialisti, complottisti sovranisti e complottasti solo complottisti, e si limita a fischiare le azioni in contropiede e ad applaudire qualche meta .
    Ma state tranquilli : sino a che non riuscirà ad emergere la vera analisi dalla parte dei popoli e le varie etichette si sovrapporranno all’unico barattolo di classe del potere , si potrà continuare a giocare . Viva il rugby evviva la classe “non classe” che vuol far pagare o vuole levare le tasse.
    Sono sempre loro a varianti cromatiche visibili e varianti sotterranee ormai scoperte .
    Cambiamo gioco lavoratpri disoccupati piccoli commercianti agricoltori, studenti e veri intellettuali e non falsi professori ?!?!

  3. Giovanni V. scrive:

    Salve Avv Della Luna!

    Mi sembra che il problema sia stato risolto: da cosa dipendeva il blocco dei commenti?
    Il lungo post pubblicato sopra l’avevo inviato 4 giorni fa…ed ora è riapparso magicamente…bene così.

    Quanto al suo articolo direi che esiste anche una classe intermedia alla A e B….ed è composta da gente che è al corrente dell’esistenza del Signoraggio e che per tale motivo vota movimenti come il M5S, non capendo però di fare in questo modo il gioco degli Illuminati, essendo personaggi come GRILLO in realtà dei GATEKEEPERS al soldo dei soliti noti.

    Il M5S serve proprio a questo…ad evitare che la parte più informata della popolazione e propensa alla Revolution (circa il 15-20%) passi dalle parole ai fatti….

    Per questo non si allea con nessuno, preferendo stare in Parlamento con il suo 20-22% o max 25% dei voti senza poi poter fare nulla per cambiare lo status quo…anche perché più le cose vanno male e più il duo GRILLO e CASALEGGIO ci guadagnano, sia in termini politici che economici.

    Questa classe intermedia (chiamamola così) di persone, quando le fai notare che GRILLO non parla mai di Signoraggio né ai comizi, né in TV, né in Parlamento, ti risponde che non lo può fare perché altrimenti farebbe la fine di Kennedy.

    E’ un ristretto numero di persone, che però esiste almeno in Italia….

  4. Giovanni V scrive:

    Esattamente!

    Questo è l’effetto del cosiddetto “SIGNORAGGIO da DOLLARIZZAZIONE”:

    Tutto il nostro sistema economico vive in funzione dell’attuale accordo monetario post Bretton Woods: ciò significa che per gli USA è cruciale continuare a creare e riciclare DOLLARI nel mondo.

    Dopo Bretton Woods, infatti, gli USA iniziarono a stampare DOLLARI per i quali non esisteva nessuna copertura reale in termini di ORO fisico.

    Ma il mondo intero fu contento di accettarli, senza porsi il problema della loro parziale non convertibilità in oro, anche perché il finanziamento della SPESA PUBBLICA mediante l’emissione di carta moneta rappresentava una misura molto facile da attuare, incontrando maggiormente il consenso della gente rispetto a misure alternative più impopolari quali l’aumento delle tasse e/o i tagli alla spesa.

    E tale comportamento indulgente continuò almeno fino alla fine degli anni ’60, quando la Francia e altri Stati chiesero agli USA di onorare la promessa fatta pagando una oncia di oro per ogni 35 $.

    A quel punto, con il rapido prosciugamento delle riserve auree, il 15 Agosto del 1971, NIXON chiuse i rubinetti dell’ORO, rifiutandosi di pagare alle altre Nazioni Creditrici degli Usa le rimanenti 280 milioni once d’oro.

    Divenne allora necessario progettare un qualche nuovo sistema monetario non più basato sull’ORO, allo scopo di riportare la stabilità nei mercati valutari di tutto il mondo.

    Ecco allora che entrano in scena la finanza GIUDAICA degli ILLUMINATI e in particolare i ROTHSHILDS con il loro sistema diabolico denominato “Fiat Monetary System”, su cui si basa il SIGNORAGGIO BANCARIO, la madre di tutti i guai mondiali attuali.

    Assurdamente fu ideato, infatti, un nuovo sistema monetario che permetteva agli USA di stampare cartamoneta senza nessun limite o restrizione, come appunto la convertibilità con l’ORO, riconoscendo allo stesso tempo al DOLLARO la funzione di riserva valutaria mondiale.

    Ciò comportò una ulteriore crescita dell’egemonia del DOLLARO a livello globale, benché la nuova situazione fosse ancora più profondamente difettosa e assurda della precedente, essendo la stampa di carta moneta basata sul nulla.

    Sapendo che il mondo si stava avviando verso un qualcosa di completamente nuovo e rivoluzionario, gli ILLUMINATI, appoggiati fortemente dalle autorità americane loro serve, perfezionarono un accordo con l’OPEC in modo da fissare il prezzo del PETROLIO esclusivamente in DOLLARI per tutte le transazioni mondiali.

    Questo conferì al dollaro una posizione privilegiata di assoluto dominio, potendo il suo valore essere aggangiato a quello del Dio petrolio….

    In cambio, gli USA promisero di proteggere gli stati ricchi di petrolio sparsi intorno al Golfo Persico (ad es l’ARABIA SAUDITA) da invasioni o da rivolte interne.

    Questo accordo, sebbene contribuì fortemente ad infiammare il movimento islamico radicale che, in quelle regioni, si opponeva all’autorità americana, rafforzò ulteriormente il DOLLARO, con incredibili benefici economici e finanziari per gli USA, perché permise agli americani di esportare la loro INFLAZIONE monetaria oltreoceano, in cambio dell’acquisto del PETROLIO e di altri beni esteri, con vantaggi via via crescenti all’aumentare dell’influenza mondiale del dollaro.

    Inoltre, quando un paese è costretto ad adottare una moneta estera (il DOLLARO) come valuta con corso legale, esso di fatto rinuncia ai proventi del SIGNORAGGIO, finendo così per subire due tipi di perdite:

    1) una PERDITA IMMEDIATA del SIGNORAGGIO perché, per ritirare dal mercato la propria valuta nazionale in cambio di quella straniera avente corso legale (dollaro), le Autorità Monetrarie di un determinato paese sono costrette a ricomprare la massa di moneta di proprietà del pubblico e delle banche, utilizzando i proventi del SIGNORAGGIO che si erano accumulati con il tempo, nonché Titoli del Debito Pubblico con tassi di interesse fissati a livelli astronomici per attirarne i compratori.

    2) una PERDITA FUTURA del SIGNORAGGIO, perché le autorità monetarie del paese indebitato saranno costrette da un lato ad emettere ulteriori Titoli del Debito Pubblico, per pagare gli altissimi interessi del debito pubblico pregresso, e, dall’altro lato, a comprare o trattenere dollari, in una misura equivalente all’ammontare del proprio circolante, per prevenire attacchi speculativi alle proprie monete da parte di SOROS & co, perdendo così in entrambi i casi anche i guadagni futuri relativi al signoraggio.

    Allo stesso tempo, però, grazie al SIGNORAGGIO DA DOLLARIZZAZIONE, gli STATI UNITI aumentano sempre di più le loro entrate e i loro proventi, essendo il DOLLARO utilizzato dalle Banche Centrali di tutto il mondo come riserva valutaria mondiale e, soprattutto, come mezzo di pagamento per comprare beni strategici ed essenziali per l’economia di un paese, come appunto il DIO PETROLIO.

    E basterà loro stampare più dollari per far fronte a qualunque difficoltà nei pagamenti internazionali (“deficit senza lacrime”, li definiva De Gaulle).

    L’altro straordinario vantaggio è che i dollari che escono per pagare le importazioni tornano negli STATES sotto forma di capitali, dal momento che le Banche Centrali estere, piuttosto che detenerli infruttiferi nei propri forzieri, preferiscono razionalmente investirli, tipicamente in titoli del debito USA (è il caso, ad es, delle Banche Cinesi).

    L’ulteriore finale vantaggio è che, quando la montagna del debito estero diventa troppo grande, il deprezzamento del dollaro può provvedere, provvidenzialmente, a ridurne il valore (provate a immaginare invece le conseguenze disastrose per qualunque altro Paese indebitato in dollari, quando la propria valuta si deprezza rispetto al dollaro).

    Questo è in soldoni il meccanismo infernale del SIGNORAGGIO da DOLLARIZZAZIONE, che ha causato qualche anno fa la crisi finanziaria dell’ARGENTINA e che è alla base anche dei nostri guai.

    Lo strapotere militare degli USA è diventato così la unica contropartita reale alla carta straccia dei DOLLARI, e questo perché non ci sono paesi al mondo in grado di sfidare la superiorità militare statunitense: tutti i paesi, dunque, non possono fare altro che accettare la banconota del DOLLARO considerandola come l’ORO del XXI secolo, sebbene le autorità monetarie di tutti i paesi sappiano perfettamente che in realtà, come l’EURO, anche la banconota verde americana è basata sul nulla.

    Ecco perché quei paesi che provano a sfidare questo sistema – come l’Iraq, l’Iran, Libia e il Venezuela – diventano i primi obiettivi degli USA per un cambio di regime.

    Ironicamente, la superiorità del dollaro dipende dalla forza militare degli USA e la forza militare degli USA deriva dall’egemonia del dollaro.

    Quanti mainstream media e giornalisti raccontano questa verità?

    Nessuno, perché sono tutti alle dipendenze degli stessi poteri massonici (FINANZA GIUDAICA) che sono dietro a questo meccanismo diabolico:

    http://www.realjewnews.com/?p=183
    http://www.signoraggio.it/dossier-il-nuovo-ordine-mondiale-ebraico-smascherato/

    Resta un ultimo dubbio a cui, mi sembra, anche l’Avv Della Luna non è in grado di dissipare:

    Alla questione 172 di Summa Daemoniaca dal titolo “Il Demonio odia gli ebrei? ” Fortea, esorcista e massimo teologo spagnolo contemporaneo, dice che Satana odia gli ebrei perché il popolo ebraico nacque direttamente da DIO per consegnare la sua rivelazione al mondo (si vedano i passi della Bibbia su Abramo).

    Ecco spiegato il motivo di tanto ODIO nei loro confronti!!

    Ma se è vero questo, perché gran parte dei grassi banchieri a capo del mondo con il meccanismo diabolico del Signoraggio (classe A) sono non solo MASSONI ma anche EBREI e dunque, di fatto, servi del Demonio (lo stesso GEORGE SOROS, evil Rothshild’s agent, è ebreo).

    “E’ un bene che il popolo non comprenda il funzionamento del nostro sistema bancario e monetario, perchè se accadesse credo che scoppierebbe una rivoluzione prima di domani mattina”!!!

    Henry ford

    WAR IS PEACE
    FREEDOM IS SLAVERY
    IGNORANCE IS STRENGHT

  5. Giovanni V scrive:

    Esattamente!

    Questo è l’effetto del cosiddetto “SIGNORAGGIO da DOLLARIZZAZIONE”:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Signoraggio#Signoraggio_e_dollarizzazione

    Tutto il nostro sistema economico vive in funzione dell’attuale accordo monetario post Bretton Woods: ciò significa che per gli USA è cruciale continuare a creare e riciclare DOLLARI nel mondo.

    Dopo Bretton Woods, infatti, gli USA iniziarono a stampare DOLLARI per i quali non esisteva nessuna copertura reale in termini di ORO fisico.

    Ma il mondo intero fu contento di accettarli, senza porsi il problema della loro parziale non convertibilità in oro, anche perché il finanziamento della SPESA PUBBLICA mediante l’emissione di carta moneta rappresentava una misura molto facile da attuare, incontrando maggiormente il consenso della gente rispetto a misure alternative più impopolari quali l’aumento delle tasse e/o i tagli alla spesa.

    E tale comportamento indulgente continuò almeno fino alla fine degli anni ’60, quando la Francia e altri Stati chiesero agli USA di onorare la promessa fatta pagando una oncia di oro per ogni 35 $.

    A quel punto, con il rapido prosciugamento delle riserve auree, il 15 Agosto del 1971, NIXON chiuse i rubinetti dell’ORO, rifiutandosi di pagare alle altre Nazioni Creditrici degli Usa le rimanenti 280 milioni once d’oro.

    Divenne allora necessario progettare un qualche nuovo sistema monetario non più basato sull’ORO, allo scopo di riportare la stabilità nei mercati valutari di tutto il mondo.

    Ecco allora che entrano in scena la finanza GIUDAICA degli ILLUMINATI e in particolare i ROTHSHILDS con il loro sistema diabolico denominato “Fiat Monetary System”, su cui si basa il SIGNORAGGIO BANCARIO, la madre di tutti i guai mondiali attuali.

    Assurdamente fu ideato, infatti, un nuovo sistema monetario che permetteva agli USA di stampare cartamoneta senza nessun limite o restrizione, come appunto la convertibilità con l’ORO, riconoscendo allo stesso tempo al DOLLARO la funzione di riserva valutaria mondiale.

    Ciò comportò una ulteriore crescita dell’egemonia del DOLLARO a livello globale, benché la nuova situazione fosse ancora più profondamente difettosa e assurda della precedente, essendo la stampa di carta moneta basata sul nulla.

    Sapendo che il mondo si stava avviando verso un qualcosa di completamente nuovo e rivoluzionario, gli ILLUMINATI, appoggiati fortemente dalle autorità americane loro serve, perfezionarono un accordo con l’OPEC in modo da fissare il prezzo del PETROLIO esclusivamente in DOLLARI per tutte le transazioni mondiali.

    Questo conferì al dollaro una posizione privilegiata di assoluto dominio, potendo il suo valore essere aggangiato a quello del Dio petrolio….

    In cambio, gli USA promisero di proteggere gli stati ricchi di petrolio sparsi intorno al Golfo Persico (ad es l’ARABIA SAUDITA) da invasioni o da rivolte interne.

    Questo accordo, sebbene contribuì fortemente ad infiammare il movimento islamico radicale che, in quelle regioni, si opponeva all’autorità americana, rafforzò ulteriormente il DOLLARO, con incredibili benefici economici e finanziari per gli USA, perché permise agli americani di esportare la loro INFLAZIONE monetaria oltreoceano, in cambio dell’acquisto del PETROLIO e di altri beni esteri, con vantaggi via via crescenti all’aumentare dell’influenza mondiale del dollaro.

    Inoltre, quando un paese è costretto ad adottare una moneta estera (il DOLLARO) come valuta con corso legale, esso di fatto rinuncia ai proventi del SIGNORAGGIO, finendo così per subire due tipi di perdite:

    1) una PERDITA IMMEDIATA del SIGNORAGGIO perché, per ritirare dal mercato la propria valuta nazionale in cambio di quella straniera avente corso legale (dollaro), le Autorità Monetrarie di un determinato paese sono costrette a ricomprare la massa di moneta di proprietà del pubblico e delle banche, utilizzando i proventi del SIGNORAGGIO che si erano accumulati con il tempo, nonché Titoli del Debito Pubblico con tassi di interesse fissati a livelli astronomici per attirarne i compratori.

    2) una PERDITA FUTURA del SIGNORAGGIO, perché le autorità monetarie del paese indebitato saranno costrette da un lato ad emettere ulteriori Titoli del Debito Pubblico, per pagare gli altissimi interessi del debito pubblico pregresso, e, dall’altro lato, a comprare o trattenere dollari, in una misura equivalente all’ammontare del proprio circolante, per prevenire attacchi speculativi alle proprie monete da parte di SOROS & co, perdendo così in entrambi i casi anche i guadagni futuri relativi al signoraggio.

    Allo stesso tempo, però, grazie al SIGNORAGGIO DA DOLLARIZZAZIONE, gli STATI UNITI aumentano sempre di più le loro entrate e i loro proventi, essendo il DOLLARO utilizzato dalle Banche Centrali di tutto il mondo come riserva valutaria mondiale e, soprattutto, come mezzo di pagamento per comprare beni strategici ed essenziali per l’economia di un paese, come appunto il DIO PETROLIO.

    E basterà loro stampare più dollari per far fronte a qualunque difficoltà nei pagamenti internazionali (“deficit senza lacrime”, li definiva De Gaulle).

    L’altro straordinario vantaggio è che i dollari che escono per pagare le importazioni tornano negli STATES sotto forma di capitali, dal momento che le Banche Centrali estere, piuttosto che detenerli infruttiferi nei propri forzieri, preferiscono razionalmente investirli, tipicamente in titoli del debito USA (è il caso, ad es, delle Banche Cinesi).

    L’ulteriore finale vantaggio è che, quando la montagna del debito estero diventa troppo grande, il deprezzamento del dollaro può provvedere, provvidenzialmente, a ridurne il valore (provate a immaginare invece le conseguenze disastrose per qualunque altro Paese indebitato in dollari, quando la propria valuta si deprezza rispetto al dollaro).

    Questo è in soldoni il meccanismo infernale del SIGNORAGGIO da DOLLARIZZAZIONE, che ha causato qualche anno fa la crisi finanziaria dell’ARGENTINA e che è alla base anche dei nostri guai.

    Lo strapotere militare degli USA è diventato così la unica contropartita reale alla carta straccia dei DOLLARI, e questo perché non ci sono paesi al mondo in grado di sfidare la superiorità militare statunitense: tutti i paesi, dunque, non possono fare altro che accettare la banconota del DOLLARO considerandola come l’ORO del XXI secolo, sebbene le autorità monetarie di tutti i paesi sappiano perfettamente che in realtà, come l’EURO, anche la banconota verde americana è basata sul nulla.

    Ecco perché quei paesi che provano a sfidare questo sistema – come l’Iraq, l’Iran, Libia e il Venezuela – diventano i primi obiettivi degli USA per un cambio di regime.

    Ironicamente, la superiorità del dollaro dipende dalla forza militare degli USA e la forza militare degli USA deriva dall’egemonia del dollaro.

    Quanti mainstream media e giornalisti raccontano questa verità?

    Nessuno, perché sono tutti alle dipendenze degli stessi poteri massonici (FINANZA GIUDAICA) che sono dietro a questo meccanismo diabolico:

    http://www.realjewnews.com/?p=183
    http://www.signoraggio.it/dossier-il-nuovo-ordine-mondiale-ebraico-smascherato/

    Resta un ultimo dubbio a cui, mi sembra, anche l’Avv Della Luna non è in grado di dissipare:

    Alla questione 172 di Summa Daemoniaca dal titolo “Il Demonio odia gli ebrei? ” Fortea, esorcista e massimo teologo spagnolo contemporaneo, dice che Satana odia gli ebrei perché il popolo ebraico nacque direttamente da DIO per consegnare la sua rivelazione al mondo (si vedano i passi della Bibbia su Abramo).

    Ecco spiegato il motivo di tanto ODIO nei loro confronti!!

    Ma se è vero questo, perché gran parte dei grassi banchieri a capo del mondo con il meccanismo diabolico del Signoraggio (classe A) sono non solo MASSONI ma anche EBREI e dunque, di fatto, servi del Demonio (lo stesso GEORGE SOROS, evil Rothshild’s agent, è ebreo).

    “E’ un bene che il popolo non comprenda il funzionamento del nostro sistema bancario e monetario, perchè se accadesse credo che scoppierebbe una rivoluzione prima di domani mattina”!!!

    Henry ford

    WAR IS PEACE
    FREEDOM IS SLAVERY
    IGNORANCE IS STRENGHT

  6. iltafanosocratico scrive:

    Qualcuno è all’altezza di indicare altri periodi storici in cui l’umanità non è stata divisa in “classe A e classe B”? E’ sempre stato così.

  7. iltafanosocratico scrive:

    Sfido chiunque a citare un solo periodo storico in cui l’umanità non è stata divisa in “classe A e classe B”…
    N.B. Della Luna, se nella sua possibilità, cambi la maniera di inserire i commenti nel suo blog. Come le ho già detto tempo addietro, crea problemi.

  8. Poi c’è la Classe C , di quelli che rimandati in storia e politica fanno pubblicità ad un MONDIALISMO stra-assoluto e talmentetanto potente da dover essere configurato come UNIVERSALE PLURIMILLENARIO INVINCIBILE Assoluto . E si esercitano così, invece d praticare e teorizzare le strategie per destrutturare le forme ed i diversi agglomerati di potere . E non si peritano nè si cimentano ad analizzare associazioni segrete loro rapporti , e altro ed altro . Questa è la Classe dei Perdenti Pessimisti che non hanno capito che la storia non è un programma di computer e che la storia marcia ed avanza e cambia rotta . Inutile levare concettualmente il timone .. e guardate che i marinai contano eccome .. http://paoloferrarocdd.blogspot.it/2014/01/una-ipermetropia-che-perpetua-la-sconfitta.html

  9. Poi c’è la Classe C , di quelli che rimandati in storia e politica fanno pubblicità ad un MONDIALISMO stra-assoluto e talmentetanto potente da dover essere configurato come UNIVERSALE LURIMILLENARIO INVINCBILE Assoluto . E si esercitano così, invece d praticare e teorizzare le strategie per destrutturare le forme ed i diversi agglomerati di potere . E non si peritano nè si cimentano ad analizzare associazioni segrete loro rapporti , e altro ed altro . Questa è la Classe dei Perdenti Pessimisti che non hanno capito che la storia non è un programma di computer e che la storia marcia ed avanza e cambia rotta . Inutile levare concettualmente il timone .. eguardate che i marinai contano eccome

  10. iltafanosocratico scrive:

    Se qualcuno è in grado e all’altezza dica, se nel corso della storia dell’umanità, conosce un periodo nel quale non vi sia stata la suddivisone degli uomini in “classe A e B”…

  11. Enrico scrive:

    La classe A e ‘ Potente ,Unita , e le Leggi sono fatte da essa. Sono pochi ma comandano il mondo.La classe B sono moltissimi non consapevoli ,disuniti e sottomessi.Quali Strumenti oltre la conoscenza sono necessari affinché la classe B possa in qualche misura contrastare Questo Potere che avanza come un Attila?Leggevo che in Inghilterra ,dirigenti di grossi gruppi bancari ufficialmente in ottime condizioni, nelle ultime settimane si sono suicidati , Perché ? Sarebbe necessario approfondire queste conoscenze in modo da sperare di individuare il Tallone di Achille sul quale poter intervenire.Solo se si riesce a dare un primo segnale di attacco potrebbe svegliare l’Azione della classe B e da cosa nasce cosa….

Lascia un commento