VERITA’ PER RIPETIZIONE

Condividi:

Ecco una lista di fondamentali verità che sono vere perché costantemente ripetute da mass media e istituzioni, indipendentemente dalla loro dimostrazione o confutazione oggettiva. Esse vengono così sempre più sentite come fatti oggettivi e scontati anziché opinioni o valutazioni o propaganda.

  1. La democrazia è realizzabile e realizzata, e rende legittimi i regimi in cui viviamo.
  2. La trasparenza politica è realizzabile e realizzata.
  3. L’ eguaglianza è realizzabile e realizzata.
  4. Gli stati occidentali e democratici sono sovrani.
  5. I mercati sono per loro natura efficienti (cioè ottimizzano la distribuzione delle risorse e prevengono o correggono le crisi), quindi devono guidare la politica.
  6. La politica non deve interferire con i banchieri centrali e con i mercati.
  7. La moneta ha costi di produzione; riceve il valore da chi la produce, che perciò ha diritto di esigere un interesse.
  8. La disponibilità di moneta è limitata oggettivamente, quindi per spenderla bisogna prima risparmiarla o prelevarla fiscalmente.
  9. Le autorità di controllo costituite sono indipendenti e non condizionate dagli interessi economici; tutelano la legalità e il bene collettivo.
  10. Tutte le culture e le civiltà hanno pari valore; nessuna è superiore o inferiore a un’altra.
  11. Il clima sta alterandosi rovinosamente e irreversibilmente per effetto delle emissioni umane e non di fattori naturali; nella storia non si sono mai avuti mutamenti climatici simili o maggiori di quelli odierni.
  12. La globalizzazione è benefica e inevitabile, tutela i diritti degli uomini.
  13. Accogliere l’immigrazione di massa è utile o doveroso o inevitabile.
  14. Washington stabilisce quali stati sono canaglia e quali no.
  15. Saddam Hussein aveva molte armi di distruzione di massa e aveva cooperato all’attacco di Al Quaeda alle Torri Gemelle.

Gradisco suggerimenti di ulteriori verità di questo tipo: sto cercando di farne una mappa.

24.09.19 Marco Della Luna

Condividi:

Informazioni su admin

Avvocato, autore, scrittore
Questa voce è stata pubblicata in GENERALI. Contrassegna il permalink.

4 risposte a VERITA’ PER RIPETIZIONE

  1. Sibilla Tiburtina scrive:

    Caro Avvocato e stimati lettori
    Vorrei fare qualche aggiunta alla sua lista, aggiungendo all’aspetto finanziario anche quello politico e culturale. Ma il materiale è vasto, di questo passo possiamo scrivere un’enciclopedia… Scelga lei, Avvocato, le voci che la convincono di più.

    Il sistema è il solito, quello della “Finestra di Overton”, ovvero l’antico “Repetita Iuvant”.

    Adesso il mantra ossessivo è il ‘cambiamento climatico’ della Gretina, che prelude a nuove tasse e mira a un ulteriore impoverimento generale.
    Il popolo bue va giustamente bastonato: che torni al lume di candela, e anzi che pedali per produrre energia autonomamente, così si mantiene anche in forma!

    In realtà internet funziona come ai tempo di Stalin, quando si incoraggiarono le critiche per meglio identificare i dissidenti e spedirli nei Gulag.
    A questo servono i blog e le ‘opinioni dei lettori’.
    Ogni singolo click viene monitorato ed analizzato mappando i gusti ed opinioni.
    Anche le donazioni dell’8 per mille a chiese o partiti servono allo stesso scopo.
    Anche le petizioni, gli appelli, e leggere gli articoli che gli algoritmi ti propongono on-line scrivendo “potrebbe interessarti anche”.

    Concordo come sempre col signor Ahfesa sul fatto che bisogna mantenere un basso profilo.
    Cerchiamo di non essere pessimisti e di avere qualche barlume di speranza…
    Ma il clima è quello di Fahrenheit 451: lì bruciavano i libri, qui oscurano i siti e possibilmente le menti. E sono venuti allo scoperto senza remore. Ormai sono arrivati al ‘Nuovo Ordine Mondiale’.

    POLITICA
    1 – Washington e Unione Europea esportano la democrazia nei paesi del Terzo Mondo e la Troika li aiuta con generosi prestiti disinteressati
    2 – L’unione Europea non funziona al meglio perché non è stata ancora realizzata fino in fondo, ma ci aspetta un radioso avvenire (le magnifiche sorti e progressive)
    3 – Il terrorismo islamico nelle città occidentali non esiste: sono solo cani sciolti, disadattati o pazzi (e anche distratti perchè lasciano sempre in giro i documenti).
    4 – Le Primavere arabe sono state un movimento popolare ‘spontaneo’
    5 – Gheddafi era un bieco dittatore e in Libia senza di lui ora si sta molto meglio
    6 – Arabia Saudita e Turchia sono amici dell’Occidente (“con amici così chi ha bisogno di nemici” dice un proverbio inglese)
    7 – Il meticciato arricchisce le nazioni e i popoli, creando ‘nuovi stili di vita’
    8 – L’Islam è una religione di pace e le tre religioni monoteiste hanno lo stesso Dio in comune
    9 – I Black Block sono sovversivi nazisti che rovinano le manifestazioni pacifiche
    10 – Il petrolio e il nucleare sono le uniche vere fonti di energia. Non è vero che se le centrali foto-voltaiche coprissero il 10% del Sahara vi sarebbe energia pulita per il mondo intero a costi bassissimi

    CENSURA
    11 – La censura non esiste, i media ufficiali scremano le notizie dalle Fake News per proteggere, educare ed alfabetizzare il popolo ignorante, per il suo bene
    12 – La libera navigazione su Internet è una forma di libera espressione e non serve a raccogliere informazioni su gusti ed opinioni degli utenti
    13 – La Storia va riscritta in modo politicamente corretto e neutro per evitare discriminazioni e razzismi

    FISCO
    14 – L’uso del denaro contante favorisce l’evasione fiscale; pagare le tasse è bellissimo
    15 – Il denaro riscosso con le tasse viene speso nel modo migliore e trasparente

    SALUTE
    16 – Le droghe leggere sono benefiche, come il sesso promiscuo
    17 – Il sesso (gender) non è un carattere biologico ma si sceglie in età adulta
    18 – Studiare non serve, c’è tutto su internet
    19 – La dieta vegana fa bene, la carne va abolita perché le mucche inquinano
    20 – Dio-Patria-Famiglia è una triade obsoleta.
    21 – L’agricoltura biologica ha come scopo la tutela della salute dei cittadini e non è un business
    22 – La vecchiaia non esiste, siamo tutti ‘ragazzi’ a tempo indeterminato
    23 – Lavorare serve solo a procurarsi i soldi per divertirsi

  2. Roby scrive:

    Un’ulteriore verità potrebbe essere: L’ideologia gender non esiste e chi si lamenta della sua presenza nelle scuole è in malafede.

  3. ahfesa scrive:

    Eccole alcune verità indiscutibili

    1) Il Presidente Mattarella é buono, saggio e disnteressato. È umile perchè segue gli insegnamenti del suo Grande Predecessore. È fermo custode della costituzione, quindi considera gli interessi dell`UE ed I connessi trattati come superiori ai meschini interessi nazionali. È anche garante che ogni atto dei tre poteri si conformi o sia anche cassato e rivisto secondo quanto sopra.
    2) La Commissione Europea, come dice anche il prof. Monti, é massima espressione di democrazia. Essa infatti é formata seguendo le libere indicazioni dei governi degli stati membri, considerati sul piano di assoluta parità e secondo il peso delle forze politiche in essi rappresentate.
    3) L`UE non dà ordini agli stati menbri ma soltanto utili consigli. L`UE non interviene né nella formazione del consenso, né nel merito delle scelte esecutive e/o legislative degli stati membri
    4) Ogni stato aderante all`UE può liberamente secegliere di secedere dall`Unione, senza che sia attuato alcun provvedimento coercitivo o invasivo.
    5) L`accoglienza dei migranti é doverosa e ciascuno stato dell`UE deve farsene carico, ma solo in base alle disposizioni vigenti. Dette norme possono essere modificate solo su base volontaria ed unanime degli stati membri.
    6) Lo stato di ordinaria crisi e povertà crescente di alcuni stati membri non dipende certo dall`UE, ma esattamente al contrario dalla mancata puntuale applicazione dei buoni consigli che la Commisisone sollecita
    7) In Italia, come dice il prof. Conte, l`evasione fiscale é il problema cruciale. Difatti é evidente che se pagassero tutti, tutti pagherebbero di meno. Per questo si devono mettere in atto sempre più duri provvedimenti per stanare gli evasori. Di conseguenza ogni cittadino é presunto evasore e giustamente deve preventivamente discolparsi prima di compiere qualsiasi atto dispositivo sui propri beni. Ogni cittadino deve sempre preventivamente dimostrare la corretteza fiscale dei propri averi presenti e passati.
    8) Ma il punto 6 non si applica a certi soggetti I quali sia per l`importante funzione svolta (eurotecnocrati, decisori politici ed economici, alti magistrati) sia perchè garantiscono redditi ed occupazione (multinazionali, imprese con opportune protezioni) possono legalmente stabilirsi in giurisdizioni privilegiate dove sono esenti dai vincoli specificati.
    9) La legge non deve essere eguale per tutti, ma deve tener conto dello status sociale di ciascuno. Quindi per la stessa materia é leggittimo avere giurisdizioni differenti
    10) Certamente vigono le libertà di pensiero, scelta politica, economica e sociale, ma poichè esistono soggetti che diffondono idee chiaramente errate o che turbano la normale prassi (I Sovranisti creati e mantenuti dal tiranno russo), giustamente può la Commissione, a sua discrezione e senza rendiconto, introdurre immediati ed anche arbitrari correttivi per allontanare dal potere tali soggetti.

  4. ahfesa scrive:

    Caro avvocato e stimati lettori,

    concordo e quanto rappresentato nei due post non é neppure troppo difficile da comprendere anche per i c.d. « semplici ». Difatti il bombardamento sui senza potere é già iniziato partendo con la mitica « lotta all`evasione fiscale » per il momento solo inverata dalle solite demenziali restrizioni sul contante per minimi importi e dal conseguente totale tracciamento (ed al caso istantanea ed arbitraria denegazione) di ogni atto dispositivo economico di ciascuno dei sudditi. Seguiranno poi altre « riduzioni » e »semplificazioni » tipo l`accorpamento tra IMU e TASI, ma in modo che la somma nominalmente risultante tra le due sia poi inferiore alla nuova imposta unificata. Naturalmente gli aggravi di fatto non colpiranno, mediante opportune esenzioni e compensazioni, i privilegiati (reggitori supremi, multinazionali, reali decisori e loro collaboratori ed amici pro tempore) potendo gli stessi oramai scopertamente e legalmente disporre di giurisdizioni e regole differenti. Altra meraviglia sarà l`imposizione per traslazione. Ovvero la « tassa sul web » che nominalmente colpirà i ricavi delle multinazionali del settore, senza però ovviamente impedire che le stesse reintegrino i costi aumentando a discrezione i prezzi dei loro servizi sui loro utenti, che non hanno potere contrattuale, trattandosi di servizio fornito in regime di cartello (ignorato o legalizzato) ed irrinunciabile. E via di seguito : giustamente é detto che anche i cretini riescono con successo ad aumentare il carico tributario dei sudditi senza potere.

    Adesso però vi é il problema di far digerire ai vari popoli sudditi e spremendi la nuova deriva ancor più autoritaria dei nuovi eurocapi, come al nostrano popolo bue occorre far accettare il secondo (e definitivo) colpo di stato di palazzo che ha subito. Ed allora ecco materializzarsi un`altra lotta : quella al cambiamento climatico. E qui già gli spin-doctor hanno fabbricato la Greta, che con tutto il rispetto ed anche un po`di compassione data l`età, mi par genuina come un salame di Felino fatto in Cina. Ovvero si capisce che la ragazzina é manovrata come una marionetta e fatta oggetto di severo e scientifico indottrinamento accompagnato da un colossale battage mediatico. Sembra un novello Messia (giustamente donna dati i tempi) e non mi meraviglierebbe l`apprendere che anche opera miracoli, tipo la moltiplicazione degli hamburger e delle patatine (rigorosamente bio ed a filiera tracciabile) con cui sfamare le turbe osannanti che assistono ai suoi sermoni. Ed ovviamente attraversa l`Atlantico per recarsi a pontificare all`ONU in barca a vela con un principe. Idea ecologica certamente, ma che puzza di artefatto e di élite lontano un miglio.
    E quindi tutti in piazza a protestare contro Giove Pluvio e contro quelli che non riescono a controllarlo. E naturalmente media, scuola, politica di concerto. Curiosamente però il problema é circolare poichè si ritorna sempre al solito posto : le tasse. Eh sì perche la « lotta » si invera mediante nuove tasse. Ma non su quelli che paiono essere gli inquinatori quali le solite multinazionali e certi paesi emergenti, i quali devono la loro prosperità potendo legalmente al loro interno produrre senza rispettare le minime regole di tutela ambientale. Vedi il convenientissimo acciaio indiano e cinese fabbricato col metodo Taranto. Ovvero la locale scuola medica ha scientificamente dimostrato che l`acciaio prodotto dai Riva uccideva la gente e distruggeva l`ambiente, mentre quello prodotto nello stesso stabilimento da Arcelor Mittal (indiani, Marcegaglia e granduca Lussemburgo) non fà più danno. Al contrario l`imposizione « dissuasiva » si applica sulle merendine e sulle bibite gassate, nonchè sui voli low cost. (giusto più il popolo bue sta a casa propria e meno mangia, meno vede, meno fà domande e meno inquina). E ad euristico completamento ecco l`aumento dell`IVA sul riscaldamento per altro già tassato ad oltre il 100%. Dunque gli anziani e gli indigenti (nostrani ovviamente perchè le « risorse » sono assistite) si riscalderanno di meno o avranno meno soldi per curarsi, quindi creperanno prima con ulteriore sollievo per sanità e previdenza.

    Allora il popolo bue penserà al clima (ed a pagare i costi aggiuntivi) e dimenticherà le « risorse » e tutto il resto. E si procederà come previsto da Berlino. Resta però l`incombente recessione (ma anche lì si accusa il solito Trump, che per altro sparirà tra breve come il Salvini sotterrato da assalti mediatici, giudiziari, montagne di danari per aprire la strada ad un altro Obama) che porterà ulteriore miseria, segno indiscutibile del fallimento delle politiche del presente regime. Difatti nessuno sembra comprendere che ammazzando le classi subalterne di tasse e burocrazia costosissima, riducendo salari e posti di lavoro, si distrugge anche il potere di acquisto dei consumatori e quindi anche la possibilità di esitare i prodotti sia pure a prezzi bassi. Come pure il fumosissimo « accordo di Malta », spacciato per portento, in pratica dà via libera agli sbarchi illimitati e solo sulle nostre coste (noi siamo obbligati, invece gli altri aprono i loro porti su « base volontaria » e da qui si capisce il trucco). Quindi arrivano, li « salviamo » a spese del cornutissimo contribuente italico, ed allo stesso modo ce li teniamo. Poi (forse) alcuni verranno « ricollocati » ma in pratica come e quando non si sa. E naturalmente nessuno dei nostri capi sa cosa fare di quelli che restano. Allora dobbiamo proccuparci, perchè saremo noi senza potere a dover farcene carico e senza limiti di costi e di tempo. Quindi un oscuro medioevo ci aspetta, poichè nessuno dei capi si sogna di cambiare idea, anzi si pensa ad ulteriori punizioni e restrizioni.

    Come giustamente dice l`avvocato questi sono fatti e noi italiani non ci possiamo far nulla pena strangolamenti e repressioni ancora più severe. Il Salvini & Similia sono oramai fuori gioco e non c`é elezione che tenga. Quindi bisogna farsene una ragione come se la fecero i « proletari » sotto il socialismo reale e cercare di sopravvivere senza autocommiserarsi. Ed allora giova ricordare quelle semplici regole che hanno permesso ai fortunati sudditi dell`URSS e derivati di campare.

    1) Non credere mai ai media di regime. Non fidarsi mai della parola dei capi pro tempore, soprattutto se promettono vantaggi ai senza potere.
    2) Se i capi dicono che certamente faranno, o non faranno mai, una certa cosa, se questa é a sfavore dei sudditi prepararsi al peggio. Se invece fosse a favore pensare che accadrà l`esatto contrario
    3) Imparare a leggere tra le righe dei media di regime e capirne il lessico. Es. « semplificazione » vuol dire più burocrazia costosa, « riduzione » « accorpamento » vuol dire nuova tassa, « accordo favoloso » vuol dire nuovo eurobidone (Malta), « concessione, flessibilità » vuol dire nuova punizione, « più Europa » vuol dire meno libertà e più restrizioni Ecc.
    4) Purtroppo non fidarsi più dei conoscenti (e magari anche dei propri famigliari) perchè la delazione prezzolata, l`intimidazione mafiosa, il ricatto e la calunnia sono validissimi strumenti di potere usati normalmente senza remore dai capi. Al contrario il senza potere deve essere attentissimo a non tradire mai il suo vicino, per nessuna ragione e neppure se é suo nemico. Ciò non per morale, quanto per sopravvivenza. Difatti il potente che usa il delatore, ottenuto il suo scopo, riguarda il traditore prezzolato come vile, infido e depositario di segreti pericolosi. Quindi a tempo debito lo elimina, non di rado prendendo due piccioni con una fava, addirittura facendosi vindice degli inermi eredi delle vittime spogliate. Caso di mastro Thomas Cromwell, bieco ma utilissimo cancelliere di Enrico VIII.
    5) Occultare per quanto possibile i propri beni ed i fatti di casa propria. Quindi astenersi dall`ingenuità di pubblicare sui « social » fatti privati, anche se apparentemente insignificanti, che poi potrebbero esserci rivolti contro. Cercare di « arrangiarsi » per integrare le proprie entrate al fine di sopravvivere senza essere spogliati del prodotto del proprio lavoro, arbitariamente e senza ristoro, dai potenti e dai loro collaborazionisti.
    6) Rispettare formalmente le leggi e le disposizioni dei potenti pro tempore, anche per non incorrere in dure punizioni. Ma contemporaneamente cercare di sabotarle ed incepparle per quanto possibile. Mai protestare singolarmente o in pochi apertamente o manifestare dissenso. Es. se la legge prevede che il cittadino debba comunicare qualcosa farlo solo per il minimo indispensabile e se possibile avvalersi delle inefficienze del regime per evitarlo o renderlo incompleto. Quindi prestare molta attenzione ai difetti, ai limiti ed agli errori del sistema per poterne approfittare. Mai dichiararli apertamente perchè potrebbero tornarci utilissimi.
    7) Non sfidare mai il potente (soprattutto se trattasi del piccolo don Rodrigo locale) menzionando anche solo a parole, ma rese pubbliche, i suoi vizi i suoi privilegi immotivati e le sue ladrerie. La punizione sarà esorbitante.
    8) Diffidare della giustizia, perchè essa é per il senza potere e protezioni, arbitraria, imprevedibile, a tempi biblici e costosissima. Se si hanno controversie cercare di risolverle privatamente. Meglio un pessimo accordo che una meravigliosa sentenza. (l`avvocato, quello buono, serve proprio per evitare di andare davanti al giudice)
    9) Allontanarsi per quanto possibile dallo sguardo del potente. Se lui non sa neppure che esisti non può predarti. Mantenere sempre uno stile di vita pubblica modestissimo, ossequiente e che non susciti la cupidigia degli altri. Essere molto discreto con i propri meriti e difetti.
    10) Se per disgrazia o necessità impellente si deve interagire con un potere pubblico, o con un potente, mai presentarsi da solo fidando sulla legge o sul proprio diritto, ma sempre cercare « una persona ben introdotta » « un amico » che possa ahimé dietro compenso, guidarti ed indirizzarti sulla strada che ti procuri il minor danno possibile. Altrimenti astenersi o prepararsi a dure delusioni.

    Quanto ho scritto é terribile ed é la distruzione dei corretti rapporti politici, economici e sociali. Ma sfortunatamente l`onere principale di un governo tirannico é il dover controllare una massa di sudditi, sì senza potere, ma sfiduciati e sempre più poveri, delusi ed insoddisfatti. Quindi si deve ricorrerre a metodi inquisitori, mendaci e costrittivi per salvaguardare il regime. Ovvero presumere in partenza il suddito colpevole, imponendogli sempre l`onere di doversi preventivamente discolpare, a sue spese, qualunque cosa intraprenda. E questo ovviamente leggittima l`introduzione di provvedimenti legislativi volti ad opprimere sempre più duramente. Come consiglia di avvalersi di delatori o soggetti violenti, i quali beneficiando della tolleranza di fatto del regime, possano, ovviamente con loro vantaggio personale, tenere in rispetto ed intimidere i senza potere.
    Ora non avendo i sudditi la possibilità di opporsi materialmente e rovesciare il regime, ecco la necessità di adoperare ogni mezzo a disposizione per mitigarne le conseguenze negative.

    Io stesso scrivendo questo post ho contravvenuto a parecchie regole, ma per adesso, data anche l`étà avanzata, ritengo di poter ancora esprimermi con una certa libertà, pur mantenendo (e mi secca credetemi) l`anonimato.
    Ma in futuro, continuando così é molto probabile che dovrò tacere. E temo anche prima di quanto pensi perchè le ultime nuove mi dicono che la strategia del non voto non é solo per noi. Difatti il povero Boris é oramai inchiodato tra un trattato capestro che mai verrà cambiato ed un parlamento che non lo approverà mai, ma neppure permette di uscire dall`UE senza accordo. E naturalmente neppure permette elezioni (sapendo che i britannici vogliono in larga maggioranza andarsene senza se e senza ma e poi negoziare). Quindi il voto di 17 milioni di cittadini é nullo di fatto e la più antica democrazia del mondo distrutta. Con l`altro competitor rimasto il Trump, pare si voglia seguire la stessa strada ovvero farlo fuori prima delle elezioni, utilizzando una miracolosa telefonata in Ukraina. E spariti questi temo che per questa generazione non ci sia più speranza.
    Vero, resta la Divina Provvidenza, ma io adesso mi sento come frà Cristoforo in cammino per Rimini.

Lascia un commento