IL GOLPE DEI MILLE GIORNI

Condividi:

IL GOLPE DEI MILLE GIORNI

Come Renzi l’inconcludente si auto-legittima a un governo di legislatura.

In una situazione di emergenza nazionale in cui sia indispensabile compiere determinate mosse, è legittimato un governo emergenziale transitorio, privo di mandato popolare, che si insedii per fare immediatamente quelle poche cose necessarie, diciamo in cento giorni, e poi si vada alle elezioni, per passare dalla legittimazione emergenziale a quella democratica, che è quella normale.

Un governo così non è più legittimo, ma commette un colpo di Stato, se non fa quelle cose ma converte il proprio termine da cento giorni a mille giorni oltre quelli che è già stato in carica, cioè se si converte da governo transitorio in governo di legislatura e medio termine, come se avesse avuto il mandato popolare.

Ancor più ciò è vero se quel governo è il terzo governo emergenziale di fila senza mandato popolare.

Aggiungiamo che questo governo emergenziale e non eletto è anche il terzo governo di fila che persegue certe determinate politiche economiche e sotto cui i fondamentali dell’economia stanno peggiorando, assieme alle prospettive economiche.

Aggiungiamo ancora che tutti questi governi sono stati nominati e sostenuti specificamente nelle loro politiche economiche dal medesimo Capo dello Stato, sia pure su indicazioni o direttive straniere; onde qualora anche questo governo dovesse fallire e andarsene, quel medesimo Capo di Stato dovrebbe andarsene insieme ad esso, perdendo la faccia. Perciò è da temersi che farà di tutto per difenderlo nonostante i suoi insuccessi e la sempre più chiara illegittimità politica del suo premier.

Renzi o chi per lui ha impostato la sua politica su due tempi: nel primo tempo, fino alle elezioni europee, l’obiettivo era raccogliere quanto più consenso popolare possibile suscitando aspettative a brevissimo termine; per poi usare, nel secondo tempo, questo consenso così ottenuto come legittimazione per restare a lungo al potere pur avendo tradito quelle aspettative.

Così abbiamo avuto, nel primo tempo: a)la promessa di una grande riforma al mese – poi irrealizzata; b)la promessa di cambiare le regole dell’UE soprattutto in punto di vincoli di bilancio – poi tradita con la piena adesione al rigore merkeliano e alla linea di Monti; c)l’attrazione di voti con la mancia degli 80 euro, che ora si scopre finanziata con prelievi da altre parti; d)la promessa di estensione a tutti di questa mancia, che ora Renzi ammette irrealizzabile; e)la promessa di rottamare i vecchi e di adottare le primarie come metodo per le elezioni degli enti territoriali – nettamente tradita con le nomine e conferme di uomini di apparato, senza primarie, ma con logica “ripartitoria”, soprattutto in Toscana; f)l’immagine vincente di attivismo, forza, sicurezza di sé, velocità – che ora si scoprono come modi per svolazzare intorno ai problemi, dando l’impressione di averli in pugno tutti ma senza affrontarne e trattarne realmente alcuno: l’unica possibilità per un inetto; g)la promessa di dimettersi se non avesse mantenuto le suddette promesse.

Tutte queste ingannevoli promesse hanno nondimeno prodotto un raccolto di voti europei per il PD, grazie a cui oggi Renzi può dire: è andata come è andata, i tempi si allungano, ma comunque io ho avuto il 41% dei consensi, quindi sono legittimato a governare; passiamo al passo dopo passo, ci prendiamo (ulteriori) mille giorni da oggi, realizzeremo il programma, giudicateci dopo.

E questo si chiama barare. Quanti voti avresti preso, Renzi, se la gente avesse saputo che avresti tradito tutte le promesse in base alle quali ti votava? E poi: i voti per il parlamento europeo, coma fai a convertirli in voti politici nazionali? E anche: che maggioranza avresti ora e avresti avuto ieri in Senato, se Berlusconi non avesse il guinzaglio elettrico dei suoi processi e dell’affidamento in prova al servizio sociale, se cioè fosse politicamente libero? E’ grazie a questi fattori a dir poco anomali, a dir poco incostituzionali, che resti ancora sulla poltrona e che sei riuscito a mettere le mani sulla Costituzione, cincischiando con riforme sterili, mentre l’economia si sfascia sempre di più. 04.09.14 Marco Della Luna    

Condividi:

Informazioni su admin

Avvocato, autore, scrittore
Questa voce è stata pubblicata in GENERALI e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a IL GOLPE DEI MILLE GIORNI

  1. Pingback: Il golpe dei mille giorni, Renzi continua a prenderci in giro - StopEuro.orgStopEuro.org

  2. Giovanni V. scrive:

    Caro Avvocato,
    porgo all’attenzione sua e dei suoi (spero sempre più numerosi) lettori questa inquietante intervista di ESTULIN apparsa sorprendentemente ieri su IL GIORNALE:

    http://www.ilgiornale.it/news/mondo/ecco-chi-tira-i-fili-terrore-sovvertire-lordine-mondiale-1050906.html

    RENZI, dunque, agisce per poteri occulti sovranazionali sconosciuti alla quasi totalità della popolazione…ed è costretto a farlo se non vuole fare la fine di B.

    Fino a quando la gente non capirà che dare il VOTO al proprio PARTITO non serve a niente, essendo tutte le decisioni di politica fiscale, monetaria ed estera prese altrove, temo che ci sarà poco da fare.

    Il concetto cruciale da far passare è ENTITA’ SOVRANAZIONALI , ma come fare se la plebe, per informarsi, usa solo i mainstream media, controllati da Bilderberg & co?

    Anche la rete, in Italia, è controllata e manipolata…

    Ad esempio, sapeva Avvocato che pure la CASALEGGIO ASSOCIATI è legata al famigerato ASPEN INSTITUTE, indicato da ESTULIN come persino più potente di BILDERBERG nel definire la politica globalista delle elites finanziarie a capo del mondo?

    http://www.infiltrato.it/inchieste/italia/casaleggio-connection-chi-controlla-il-controllore-di-grillo-un-sassoon-nella-rete-di-bilderberg
    http://www.agerecontra.it/
    https://it-it.facebook.com/notes/gianna-bianca/grillo-%C3%A8-lutile-idiota-nelle-mani-degli-illuminati-casaleggio-travaglio-fatto-qu/196404253821151public/pres30/?p=10329

    ASPEN INSTITUTE: Sassoon = CASALEGGIO ASSOCIATI : GRILLO

    Bella equazione….non trova avvocato?

    Ovviamente GRILLO non ne sa nulla…..mi raccomando non glielo dica se lo vede…si potrebbe deprimere!!!

    ^_^

  3. ahfesa scrive:

    @enrico dal thread precedente (ma che é anche nel merito del presente)

    Enrico ci procura una rappresentazione plastica della sua città (credo Napoli) che però, salvo certe tipiche apparenze, non é molto diversa nella sostanza dalla mia Milano o da Torino o da molte altre città inclusa Bolzano. La delinquenza , soprattutto quella piccola – che può essere micidiale con anziani e deboli – la fà da padrone ed é impunita, come pure la concussione o il menefreghismo dell`autorità é oramai generale. E fioriscono le più ampie teorie giustificatorie o autocommiseratorie in materia.
    Ma il discorso di Enrico sarebbe condivisibile se vivessimo nel sempre più compianto Regno delle Dua Sicilie o nella Miiano del Gran Capitano Don Martino de Leyva antenato di suor Virginia Maria da S. Margherita in Monza. Ovvero in un mondo dove pochi potentati per diritto divino, ereditario legalmente e costituzionalmente riconosciuto detengono ogni potere ed il popolo bue o meno non conta nulla, né nulla può dire o fare se non obbedire a suon di legnate. E dunque – tanto per contarla come don Lisander – Lorenzo Tramaglino mica aveva voce in capitolo nella scelta del Podestà di Lecco e neppure nel fatto di aver Don Rodrigo come signore feudale. E neppure lo stesso Don Rodrigo e persino il cattivissimo e stupido cugino Attilio, nulla potevano sul fatto che il governatore e loro assoluto padrone fosse Don Gonzalo de Cordova o Ambrogio Spinola. La gerarchia sociale era immutabilmente decisa da nascita e luogo di origine. Le attitudini del singolo non contavano a meno che nel male o nel bene fossero eccezionali. Pensate solo che Napoleone se fosse nato 100 anni prima sarebbe stato un oscuro colonnello di artiglieria che ci avrebbe lasciato qualche polveroso trattatello.
    Ma adesso per fortuna né a Napoli né a Milano e neppure a Roccaravindola le cose funzionano ancora così. Ovvero abbiamo ancora (per adesso) una costituzione che stabilisce che i miei diritti civili e politici sono eguali a quelli del dr. Renzi e persino del dr. Marchionne ed anche dell`onnisciente Mr. Obama. Certo sogno dell`attuale classe dirigente – soprattuttto quella di Bruxelles e quella nostrana di ogni colore – sarebbe il ritornare allo scomaparso comodo, compianto e semplice sistema. Niente più noiose, incerte, costose e pericolose elezioni, seccanti ed antipatici tribunali indipendenti, giornalisti (veri ovviamente) che ficcano il naso dove non devono, fisco che in un raptus di follia potrebbe esisger anche dai capi stessi e loro protetti eguali imposte a parità di imponibile con il popolo bue. E poi, sollazzo sommo, la favolosa facoltà di lasciare senza richio, tasse di successione ed incertezze, a figli, amanti e parenti tutti una comoda strada già fatta e intoccabile dagli incerti economici della vita da tramandare anche ai loro fortunati posteri. Per contro il popolo bue paga, tace, si fa sbudellare in guerra se serve e lavora per i signori e per il suo Dio che (se tutto va bene e qualunque sia non importa) magari darà ristoro dopo la morte. Che meraviglia questa ! Ed é durata più di mille anni perche non risuscitarla ancora ? Gli islamici ci sono già riusciti e mica solo quelli terroristi.
    Ed invece per fortuna ancora i nostri capi non ci sono arrivati. Neppure il prof Monti e il pres. Napolitano che ci sono andati vicinissimi da noi. Quindi a Napoli comanda la camorra ed i politici corrotti e via discorrendo S O L O perchè sono i napoletani che lo permettono e pare che pure ne siano contenti, tanto che si ribellano al limite della rivolta civile se qualcuno tocca cotale, evidentemente satisfattorio, sistema. Ed a Milano é esattamente la stessa cosa, tanto che io non ho mai fatto mistero del mio giudizio estremamente negativo sui leghisti, utili idioti e prenditori di briciole e lauree a Tirana, a favore e per coprire i grossi furfanti concussori che tutti sappiamo, provenienti da nord, sud e pure apolidi. E se si potesse li prendermmo pure da un`altra galssia. Tanto pagano sempre quelli.
    Quindi, caro Enrico, se ci fottono ad ogni dove é solo colpa nostra. Ed é doppiamente (mi scusi) colpa nostra se poi per autocommiserarci non facciamo più neppure differenza tra la probità e la non probità. Fare differenza, non giudicare e punire attenzione. Difatti un ragazzino che senza patente, senza assicurazione circola alle 2 e 30 di notte con latitanti e pregiudicati (sempre che ciò sia vero) non é un comportamento giusto. Come é ancora più censurabile quello dei genitori che lo permettono. E questo nulla ha a che vedere col privilegio, la povertà e la ricchezza. E neppure con la cultura e l`ignoranza.
    E se poi il diavolo ci mette la cosa ed uno ci lascia a 17 anni le penne é tristissimo, merita pietà, ma non é da commiserare. Né da giustificare.

    E questo si attaglia anche col dire dell`avvocato. Ovvio che il domandarsi se sia necessario per salvarci dalla rovina il sostituire Renzi e Napolitano é un`amenità. Certo che lo si dovrebbe fare, ma il popolo bue non lo fà e questi restano. Anche se uno é un istrione e l`altro é senescente. E se il popolo bue si aspetta che arrivi il messia o peggio ancora che questi cosi che mangiano e bevono alla nostre spalle pongano veramente da soli rimedio e perseguano i nostri interessi, temo sarà duramente disingannato. Ahimé la libertà si conquista ed ancor più si mantiene col sacrificio, come hanno tentato di fare i nostri padri ed i nostri nonni e pure con mezzi e conoscenze molto minori dei nostri. E così pure il benessere ce lo si deve guadagnare senza illudersi che duri per sempre (anzi aumenti) da solo, o che sia un comodo favore che i potenti elergiscono ai sudditi, gratis, per magia, ovviamente.
    E quello che é ancor più spaventoso é che sulla barca che affonda non si balla e beve (a sbafo come sul Titanic) solo in prima classe. Ma anche in seconda (pagando in proprio però) e persino in terza con l`acqua che già arriva alle ginocchia.
    Ed i segni del disfacimento generale, come dell`assoluta inadeguatezza dei nostri capi si vedono ogni giorno. Sorvoliamo sulle balle e le illusioni del Renzi, adesso é caduta (e come non poteva non essere) anche la bufala che i ladroni e prenditori di paghette stavano solo a dx ed in via Bellerio. Nossignore sta risultando l`ovvio : il pappa e ciccia é generale e non se ne salva uno, Renzi incluso. Basta guardar la faccia della plurigallonata arcimarescialla ex comandante dei vigili.
    Peggio per noi !

  4. Giovanni V. scrive:

    Caro Avvocato!

    Oggi PORRO ha scritto questo articolo su IL GIORNALE:

    http://blog.ilgiornale.it/porro/2014/09/09/quellinutile-parata-di-cernobbio

    Questa la mia risposta (chissà se verrà pubblicata)

    Caro Dr PORRO!
    Le manovrine di DRAGHI (ex Goldman Sachs) BILDERBERG sono solo fumo sugli occhi….mi sorprende che pure Lei ci sia cascato.
    Lei dovrebbe sapere meglio di me che Mr DRAGHI è stato uno degli artefici del BRITANNIA PARTY, che ha di fatto svenduto l’ITALIA a Goldman Sachs & co:

    http://www.iconicon.it/blog/2013/06/1992-panfilo-britannia-si-vende-litalia

    Servirebbe solo una cosa per dare veramente ossigeno all’economia: ridare la sovranità monetaria al popolo, ossia ai singoli STATI.
    La BCE, così come la UE, sono entità sovrannazionali fuori dal controllo del voto popolare e in mano ai soliti noti (tralascio, per non infierire, il discorso sulle Agenzie di rating).
    Ma anche senza uscire dall’EURO qualcosa si potrebbe fare, se solo li si volesse…

    http://marcodellaluna.info/sito/2014/02/20/art-123-tue-rompere-il-cappio-del-debito-e-dellinganno

    SVEGLIA!

    ——————————————————————————————–

    Elogi a DRAGHI? Che ne pensa? Possibile che persino PORRO, tuttaltro che uno sprovveduto, non sappia chi è in realtà DRAGHI?

    Ovvio che poi la gente non sa nulla e si fa fregare continuamente, abbeverandosi di TG1, SANTORO, TG3, VESPA etc…

    Tra l’altro c’è chi dice che anche dietro MANI PULITE ci fu una regia occulta…indovini di chi? Della CIA, of course, per far fuori CRAXI dopo il NIET di SIGONELLA e creare caos nel paese prima di svenderlo sul panfilo….

    http://www.liberoquotidiano.it/news/home/1069398/Le-tante-manine-segrete–che-spinsero-Mani-Pulite.html
    http://www.ilgiornale.it/news/interni/ci-fu-regia-occulta-degli-usa-dietro-mani-pulite-rivelazioni-833119.html
    http://www.libreidee.org/2012/09/de-michelis-e-pomicino-cera-la-cia-dietro-mani-pulite/

    Risulta anche a Lei?

    E dietro di Pietro c’è pure CASALEGGIO….

    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6231

    E dietro CASALEGGIO c’è un certo SASSOON…. presente?

    http://www.infiltrato.it/inchieste/italia/casaleggio-connection-chi-controlla-il-controllore-di-grillo-un-sassoon-nella-rete-di-bilderberg
    http://www.agerecontra.it/public/pres30/?p=10329

    Forse è anche per questo motivo che da quando Jp Morgan e Casaleggio hanno legami così stretti fra loro, il buon GRILLO non parla più di SIGNORAGGIO, cure proibite contro il cancro etc….

    http://www.nocensura.com/2012/08/quando-beppe-grillo-era-il-braccio.html
    http://pensareliberi.com/2011/10/11/beppe-grillo-non-parla-piu-di-signoraggio-bancario-e-di-cure-proibite-contro-il-cancro-analizziamo-la-cosa

    Che dice Avvocato?

    ^_^

  5. enrico scrive:

    Stamattina percorrevo una strada a piedi in centro città che faccio quasi quotidianamente e sistematicamente trovo a terra vetri delle macchine in frantumi ,infatti anche stamane ho trovato un “signore “circa quarantenne che con la testa nel l’auto e il libretto in mano nel vedermi si lamentava che gli avevano rotto il vetro.non mi ha convinto troppo ne potevo sapere se fosse veramente il proprietario dell’auto .Al ritorno ho trovato ancora l’auto parcheggiata dimostrazione del fatto che quello era il ladro che ha rovistato interamente l’abitacolo.il Comune ha posto le strisce di sosta a pagamento e quotidianamente fa un bel introito trattandosi di area di servizi publici.Il fatto che ripetutamente avvengono queste cose non pone alcuna attenzione e sensibilità da parte della publica amministrazione il cui solo interesse e quello di accattonare danaro dai cittadini.A poche centinaia di metri quotidianamente passeggiano a coppia vigili urbani e ausiliari del traffico ,anche questi a coppia con il solito librettino per sanzionare le soste vietate,quindi estorsione di altro danaro dei cittadini( certo sono in divieto!) .Piu’avanti ci sono incroci con semaforo dove stabilmente ci sono extra comunitari (questi si che hanno il posto fisso)che ti violentano continuamente il parabrezza col rischio di rompere il tergicristallo.Come faccio osservare i pubblici ufficiali non stanno lì per vigilare ,ma solo per estorcere danaro , certo mi direte quello che fanno e ‘ legale e’ il loro lavoro ,questo hanno chiesto le autorità , non certamente per tutelare la cittadinanza.Vi domando in tutta onestà chi è piu criminale ,quel ladro che a mio parere e più scemo che altro o le istituzioni?

  6. enrico scrive:

    Non si tratta di Eroi ,ma della solita rappresentazione ipocrita di una società malata nel proprio DNA dove tutti sono responsabili dove non esistono buoni da una parte e cattivi dall’altra ,ma la solita distinzione tra tra privilegiati e Non ,quest’ultimi che nei loro privilegi si sentono e si autoproclamano “persone Perbene” e girano vigliaccamente il viso di fronte alle Miserie Umane .Non siamo di fronte a un Eroe ma ancora una Volta dinanzi a una vittima di un Sistema Malato perverso e feroce che non da quasi Mai una via di fuga.I Leghisti di Bossi che senza rendersi conto pensavano di essere fatti di altra pasta solo in una cosa sono d’accordo con Loro , quando volevano mettere la bandiera italiana nel cesso ,perché questa Monnezza di Paese e’ tale.

  7. ahfesa scrive:

    Il Renzi é pirotecnico : adesso sigla il « patto del tortellino » ovvero il programma in base al quale gli stramannati senza un soldo bucato e coll`armata Brancaleone, sarebbero quelli che farebbero star a dovere i ricchi coi forzieri traboccanti di soldi che stampano loro a piacere e che noi non abbiamo e gli arsenali stracolmi di armi vere. E naturalmente senza fatica, in solo 100, no 1000 giorni e senza metter tasse e far lavorare i soliti. La guerra senza morti, la ricchezza senza fatica, la potenza senza sacrifici, come diceva Francesco Martini sia pure per opposto esempio. Per corroborare l`assunto si mostra la foto della comandante dei vigili ora assurta a premiato consigliere presidenziale, in plurigallonata uniforme su macchina ministeriale, tale da far diventar verde di invidia un senescente gran marsciallo sovietico ai bei tempi impettito sul podio del muro del Cremlino alla parata per l`anniversario della rivoluzione. Neppure Bokassa I che faceva l`imperatore e di galloni se ne intendeva, aveva così tante passamenerie, fregi e stellette. Ben vestito, ben riverito si dice al mio paese e quindi la nostra fortuna é fatta.

    Vero che vi é qualche trascurabile nota stonata, sempre a parte gli indicatori economici da catastrofe generale e guerra perduta e la figuracce barbine quali la faccenda dei lagiunari felici in India. Ma il dr. Renzi dice che queste cose son polli di Trilussa e non contano. Ovvero tutti i popoli hanno i loro eroi, alcuni se li inventano addirittura come gli spagnoli con Santiago Matamoros, e noi non facciamo eccezioni. Ma sembra che si sia anche qui in fase calante. Difatti dal Tamburrino Sardo lo stesso De Amicis é passato al Piccolo Emigrante che affamato e clandestino rifiuta il cibo da chi offende il suo paese, per arrivare al Piccolo Alpino di Salvator Gotta e giungere al Balilla, riedizione eroico-fascista di Giovan Battista Perasso al quale – poverino – di Italia e Patria fregava poco, salvo il fatto che gli austriaci mangiavano come lupi e avevano una polizia militare e civile per l`epoca efficientissima. . Ma con la repubblica siamo scesi allo Scuscià per poi abbandonare il gretto maschilismo e passare alle innumerevoli veline che ammaliano i sogni di ragazzine e magari anche di chi, maschietto o papi, ha qualche annetto in più. Tanto che far la dattilografa (oggi terminalista) o l`impiegata é cosa da pezzenti, mentre la cubista o la massaggiatrice (detta anche estetista) é professione meritoria e socialemente molto di considerata. Come pure una volta Simenon qualificava le prostitute come » donne di larghe vedute, modeste pretese, salvo qualche periodica richiesta pecuniaria », adesso invece si chiamano « escort » guadagnano esentasse come un alto dirigente e sono nell`organigramma delle multinazionali. E magari anche dei ministeri ed altri stimati enti pubblici.
    E sempre continuando su questo tema ecco che un ragazzino minorenne, che é in giro alle 2 e mezza di notte di una giornata non festiva con un pregiudicato ed un latitante (se vogliamo credere ai carabinieri) e che conduce portando gli stessi su un motociclo senza patente e senza assicurazione ecco diventa un eroe. Tanto da esser celebrato con una sommossa popolare, incendio di mezzi delle forze dell`ordine, intimidazioni su chi solo non partecipa al giusto sentimento di rivalsa. E persino é auspicato un sano desiderio di un opportuno e catartico linciaggio del furfante in divisa che non si sa se per caso fortuito o magari nell`esercizio delle sue funzioni, ha steso il piccolo eroe.
    E mentre da noi pericolosi polentoni, quattro poveracci che si dicono forconi, e magari anche esternano sentimenti diffusi, vengono puniti con immediati e preventivi arresti, sequestri, mobilitazione da stato di assedio, ecco invece che al caso le stesse forze dell`ordine sovente arroganti, manesche ed inefficienti con il cittadino senza potere (meglio se da solo contro 10), in quei luoghi e quelle evenienze ecco che diventano di colpo gentili e tolleranti, tanto da farsi distruggere i pochi mezzi di lavoro e magari prender anche qualche legnata di straforo per arrivar persino a scusarsi pubblicamente se il colega in divisa ha osato reagire ed inseguire gli eroi sul motorino, latitante e pregiudicato inclusi.

    Ora io non faccio commenti diretti, non conoscendo il caso e le carte, ma temo che quanto accaduto, qualunque siano le responsabilità (se esse poi saranno davvero accertate) dia la misura del reale potere delle istituzioni in quelli e similari luoghi che oramai rappresentano due terzi del territorio nazionale.
    E se il dr. Renzi continua a far l`istrione da fiera come se niente fosse, mi preoccupa un tantino. E ciò per la planare ragione che di eroi come il ragazzino oramai ce ne sono in giro moltissimi e se qualcuno di questi dovesse bussare alla mia (o alla vostra) porta per far quegli atti eroici ed impuniti (salvo il caso fortuito o la lite tra eroi) che tutti possiamo immaginare temo che avremmo molto a soffrirne senza certo sperare in un ristoro dal dr. Renzi e da quanto rappresenta sempre peggio.

    E per terminar in bellezza, non sarebbe da escludere la divertente evenienza per la quale scioperando i questurini per carenza di mezzi, insolvenza nelle mercedi, assoluto dispregio del loro lavoro quando fatto seriamente, avanzamenti demenziali e clientelari, rifiuto di giocarsi la vita gratis per difendere pezzenti (anzi sdentati come dice il socialista Hollande) senza potere, si dovesse arrivare ad un popolo di eroi proliferando impuniti e felici i tipetti simpatici come il ragazzino purtroppo scomparso per deprecabile incerto di eroismo.

  8. michiamoaldo scrive:

    Più che gelataio mi sembra gelatina.
    Il passaggio dai 100 giorni ai 1000 giorni non è avvenuto in silenzio e non parlo solo di giornali & C, ma anche in giro. Sinceramente mi aspettavo meno attenzione, chissà…

    p.s.: bel posto qui

  9. enrico scrive:

    Credo che Giovanni sia Giovane e pieno di speranze comunque ,ma voglio dirgli che le cose non cambieranno se non in peggio.Bisogna pur Vivere e se è ancora in una posizione indefinita pensi anche ,anzi soprattutto a rassicurarsi una sopravvivenza .I tempi sono Duri e senza speranza per quelli che vorrebbero cambiare le cose .

  10. ahfesa scrive:

    OT – Gli ABS Asset Backed Securuty

    Poichè questi sono argomenti cari all`avvocato oltre che di attualità, mi permetto alcune semplici osservazioni.

    Già la denominazione é cervellotica, tipica oramai dei regimi totalitari che devono nascondere le loro evidenti mancanze con complicati acronimi e locuzioni che occultano la semplice verità.

    Dunque l`idea parte già da un dissimulato fallimento sostanziale della BCE, ovvero il LTRO, intendendo l`immissione massiccia di liquidità nel sistema, per dare agli intermediari del credito denaro fresco affinchè possano prestare lo stesso alle attività produttive. Tutti sanno invece che detta mossa si é concretizzata in un comodo regalo (sovente poi dilapidato vedi MPS) per banche e banchieri i quali, guardandosene bene da correr rischi nell`economia reale che sanno viziata da altre dirimenti punizioni, hanno investito il regalo in titoli di stato, in speculazioni finanziarie su derivati, pastette ai politici ed amici di bottega, ed al massimo in lucrosi prestiti ai soliti monopolisti e multinazionali. Soggetti questi ultimi che poi ribaltano i costi sui soliti senza potere. Non solo, la meraviglia del LTRO ha anche il pericolossimo effetto di creare un sostegno fittizio (basato sulla carta viruale e non su vera ricchezza guadagnata) ai mercati finanziari, creando quindi utili fasulli che vengono reinvestiti in altrattanto fasulle attività finanziarie. Come quel banchiere che continua a contabilizzare sugli estratti faraonici interessi a carico del cliente, pur sapendo che non li incassera mai in soldi sonanti, avendo perso anche il capitale.

    Quindi il sig. Draghi é ricorso ad un altro artificio contabile. Il concetto é apparentemente semplice ma specioso. Un banchiere eroga credito all`economia reale per 1000, però ha la facoltà di impacchettare detto/i credto/i in uno strumento derivato che assomiglia ad una comune obbligazione da collocare sul mercato. Ma il titolo é subordinato sia nel rendimento, che nel rimborso del capitale alla puntuale restituzione e servizio dei prestiti sottostanti. Quindi é uno strumento di traslazione del rischio e moltiplicazione (teorica) della capacità di credito del banchiere. Difatti in sostanza il banchiere eroga solo un differenziale, lucra impropriamente su un differenziale di tassi, ricevendo il grosso del capitale dai sottoscrittori. IL tutto poi in spregio al principio basilare della correlazione tra fonti ed impieghi essendo il servizio dell`obbligazione slegato da quello dei prestiti sottostanti. E questo mica é una novità : il Grande Sindona (il salvatore della lira come Andreotti che coniò l`encomio, era altrettanto per la patria) c`era già arrivato 40 anni fa. E con i risultati che tutti sanno.
    Quindi il banchiere può « impacchettare » solo che i sottoscrittori oramai pluricornuti prima da Sindona & Soci e poi da Leheman & Similia se ne guarderebbero bene dal metter un soldo bucato in cotale carta da cesso.
    E da qui la novità : la BCE (ovvero noialtri perchè se la BCE perde siamo poi noi a rifondere di tasca nostra con le solite punizioni, mentre se guadagna a noi non viene niente andando la trippa ad altri gatti) si dichiara compratrice di ultima istanza. Ovvero il banchere emette e se nessuno compra é il sig. Draghi che coi nostri soldi sottoscrive. Quindi la carta da cesso per magia diventa soldi sonanti.
    Roba da pietra filosofale finanziaria, che forse il dr. Draghi stufo dei manuali di tecnica bancaria abbia letto Cagliostro ?

    E quindi la cuccagna é assicurata. La banca in ABS può (teoricamente) far credito illimitato a chiunque, poiché illimitata é la capacità di acquisto della BCE ed il bachiere non corre rischi perchè sbologna la carta da cesso non più igienica. E quindi droghieri, artigiani, piccoli industriali la micragna é finita, tutti in banca a prender soldi. E chi ha i soldi investe ed assume e così anche il Cipputi se ne frega degli 80 euri trovando proficua e lucrosa occupazione. La nuova età dell`oro che ci prometteva Ciampi.

    Ed invece no. Difatti il brillante assioma é viziato alla base da una dirimente limitazione. Ovvero i predetti prenditori di credito (droghieri e similia) devono aver la possibilità di G U A D A G N A R E davvero dall`esercizio della loro attività. Ma se nonosttante il denaro in cassa sono massacrati dal fisco rapace, impediti da mafie legali ed illegali nel loro lavoro, puniti da monopolisti sempre protetti dalla legge, concussi nell`erogazione dei servizi inidispensabili, é evidente che il denaro ricevuto finirà nella copertura di perdite e pagamento di debiti pregressi e maturandi. E la riprova di questo semplice concetto é materializzata dal fatto che l`immissione di liquidità nel sistema crea vera ricchezza solo se l`economia reale é in condizione di funzionare e non basta, ci devono anche essere le risorse naturali, umane e tecnologiche per far funzionare il sistema. E questo spiega perchè alcuni paesi anche senza strani artifici finanziari sentano pochissimo la crisi, altri l`abbiano davvero superata ed altri ancora siano (davvero a suon di beni reali e non di carta straccia colorata) in via di guarigione. Lo diceva anche l`agiografo nel vangelo con la parabola dei talenti : non basta avere il denaro bisogna anche avere la possibilità e la capacità di usarlo convenientemente. Altrimenti lo si sotterra e si va nel pianto e stridor di denti.

    E quanto sopra pretende fideisticamente che il denaro prestato sia usato veramente in attività produttive e non vi siano malversazioni o errori di valutazione. Quindi l`uso degli ABS, conoscendo la realtà, é addirittura molto più pericoloso del LTRO. E difatti persino l`allineatissimo 24 ORE ha dovuto ammettere a denti stretti che gli ABS sono fratelli gemelli di quei derivati creati a fronte dei mutui subprime, che tutti sanno sono stati il detonatore della crisi.
    Curioso che il sig Draghi usi come antidoto proprio il veleno che ci ha rovinati.

    Nossignore. La vera soluzione del problema é evidente. Ovvero rimediare all`asimmetria esiziale del sistema euro. O si mettono in comune non solo gli attivi, ma anche i passivi, oppure ciascuno, magari in maniera coordinata, deve fare per sé con propria responsabilità, ma anche conseguente sovranità monetaria, legislativa, contabile e fiscale. Altrimenti per noi capestro é e capestro resta. E qualcuno per prender voti sta finalmente capendo (in malafede sempre). Vedi la sx PD che vorrebbe cancellare il fical compact ed il pareggio obbligatorio. Follie che per altro gli stessi « ravveduti » hanno entusiasticamente approvato.
    Ma ai posteri l`ardua sentenza.

  11. enrico scrive:

    Credo che non ci saranno Mai Più elezioni popolari , ormai ci stanno abituando ad accettarlo e non Solo Questo.La Verità e’ sempre la stessa , Non esiste un Movimento Rivoluzionario a cui riferirsi n’è la volontà di costruirlo , tale da potersi opporre a questo Potere.Dobbiamo solo sperare che interessi di parte in questo Caos da Loro prodotto faccia autogol e determini la necessità di ridisegnare Nuovi Obbiettivi.

  12. Giovanni V. scrive:

    Carissimo Avvocato!

    Tutto giusto quello che dice, ma come al solito tutti i problemi dipendono dal criminale sistema monetario in cui viviamo e che nessuno vuole o può cambiare essendo tutti i politici (non solo quelli italiani) servi dei grassi banchieri massoni (Rothshild in testa) e dello stesso VATICANO:

    http://sviluppo.signoraggio.it/la-truffa-dellunita-ditalia-da-garibaldi-ai-rothschild
    http://www.informarmy.com/2010/09/il-controllo-della-politica-italiana.html
    http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-02-15/chiesa-2mila-miliardi-immobili-082813.shtml?uuid=Ab3cTeUH

    Se non facciamo ritornare la sovranità monetaria ai singoli Stati, a mio parere non cambierebbe nulla anche se ci fosse Mandrake a Palazzo Chici.

    Renzi, inoltre, sa che se va contro la UE, la BCE e la Merkel rischia di fare la stessa fine di B, ossia spread alle stelle e conti KO, a seguito di operazioni speculative di borsa come quelle che fece la BudessBank un paio di anni fa contro B.

    Ma molta gente continuerà a votarlo perché dirà “ok, gli 80 euro non sono serviti a niente ai fini di aumentare il consumo e il PIL….ma io li ho presi…e Renzi è l’unico che me li ha dati…ergo lo rivoto”.

    GRILLO è un bluff perché il M5S è nato proprio per evitare una REVOLUTION basata sui forconi anziché sul click di un mouse, mentre B è sotto ricatto dei giudici.

    Le riforme in Italia non sono possibili perché siamo il paese delle mille corporazioni, con un Sindacato rosso (Cgil) in grado di bloccare tutto (vedi ridicolo dibattito ideologico sull’art 18 dello statuto dei lavoratori che blocca di fatto le assunzioni a tempo indeterminato per quelle piccole-medie imprese italiane che sarebbero disponibili ad assumere più lavoratori dipendenti, con il risultato di obbligarle a delocalizzare la propria attività produttiva all’estero).

    Anche gli Ordini Professionali, (forse a Lei cari, essendo Avvocato?) non ci azzeccano nulla con una economia liberale, fungendo anch’essi da mezzo di cooptazione e blocco alla professione per gli “outsiders”, eppure nessuno ha mai osato toccarli, neppure chi si è autoproclamato da anni un liberale vero come B, forse perché avrebbe voluto dire perdere milioni di voti alle elezioni.

    La nostra “democrazia” è questa: mantenimento del potere e dei privilegi, in cambio del voto!

    Ci vorrebbe una RIVOLUZIONE ma la gente in Italia, oltre ad essere ignorante e sottosviluppata culturalmente, è tutta presa dal CALCIO, GOSSIP, DESTRA, SINISTRA, COMUNISMO, FASCISMO, IMMIGRATI, GUERRA tra CRISTIANI e MUSULMANI etc… essendo manipolata ogni giorno dell’anno dalla mattina alla sera, senza che ne sia nemmeno consapevole:

    http://www.disinformazione.it/strategie_manipolazione_media.htm

    In Italia poi la situazione è aggravata dal fatto che vi è un 40% di cittadini (presumo persone anziane o immigrati) che non sanno nemmeno cos’è Internet, non avendolo mai usato in vita loro, nonché un 70% circa che non va oltre LA GAZZETTA DELLO SPORT o CHI come letture quotidiane, con in più milioni di nullafacenti che girano intorno alla politica (dati del Sole24ore se non ricordo male), 3 milioni di dipendenti pubblici, 17 milioni di pensionati e una marea di aziende più o meno decotte pubbliche e private, con i relativi indotti, che ruota attorno alla politica nazionale e locale, con sussidi e “favoritismi” vari (chiamiamoli così).

    Sì, è meglio emigrare all’estero: ma dove?

    La MASSONERIA e ROTHSHILD sono ovunque, tranne che in pochi paesi dove però vige una ferrea dittatura e guarda caso da anni nel mirino degli US:

    http://valdovaccaro.blogspot.it/2014/04/linquietante-impero-mondiale-rothschild.html

    http://www.informarexresistere.fr/2013/02/03/solo-5-paesi-mancano-ai-rothschild-dove-fondare-una-banca-centrale

    In più siamo sicuri che all’estero si assuma la gente in base alla materia grigia che ha nel cervello anziché seguire metodi più spicci tipo la classica raccomandazione all’italiana? Anche a Londra se non hai conoscenze non vai da nessuna parte…

    Io avrei qualche dubbio al riguardo…. e Lei?

    “The few who understand the system will either be so interested in its profits or be so dependent upon its favours that there will be no opposition from that class.
    On the other hand, the great body of people, mentally incapable of comprehending the tremendous advantage that capital derives from the system, will bear its burdens without complaint, and perhaps without even suspecting that the system is inimical to their interests.
    So Give me control over a nation’s currency and I care not who makes its laws”.

    [Mayer Amschel Rothschild (1744-1812)

    FREEDOM IS SLAVERY!
    WAR IS PEACE!
    IGNORANCE IS STRENGHT!

  13. ahfesa scrive:

    Caro avvocato,

    Il suo dire é esatto nell`enunciato : Renzi é il solito furbastro nominato da altri furbastri, per far gli interessi (dietro lauto compenso personale) di altri furbastri ancora. Ed i risultati nel complesso – dal punto di vista dei padroni ovviamente – non sono poi così cattivi, anche se potrebbero esser migliori. Ed é solo per cotale ragione che il Renzi pur traballando dura.

    E già subito si evince una prima osservazione. Difatti se il manuale Cencelli diventa nepotismo sfrenato ciò non é dovuto ad innate doti di riconoscenza del Grande Gelataio, bensì a pura e dura necessità. Difatti in cotale beccheggiante evenienza, dove lo zefiro vitale é esogeno e discrezionale, diventa imprescindibile aver nei posti chiave non tanto « amici » quanto soggetti il cui destino, averi e fortuna sia strettamente legato a quello del premier. Così la comandante dei vigili (per altro assurta per precedente nepotismo alla predetta carica) di colpo diventa altissimo e pagatissimo consulente legislativo, senza per altro aver neppure i requisiti formali di base. Planare conseguenza é che anche un`assoluta nullità diventa necessaria perchè assicura l`esecuzione degli ordini in modo rapido, deferente, convinto e soprattutto acritico. Ne sono esempi certe « ministre » magari più adatte ad altri ruoli più inerenti all`avanspettacolo che alla politica. E naturalmente ognuno può vedere quali possibilità di successo ed in tempi difficilissimi pure, possano avere soggetti di cotal calibro. Maschi e femmine ovviamente.

    E da questa evidente sensazione discende un ulteriore appunto. Verissimo noi italiani siamo peggio che bovini : ovvero siamo pecorili e con mentalità da servi infidi, infingardi, stolidi e lazzaroni. Come perfettamente (anche se lo riconosco a denti strettissimi) ci descrisse Alberto Sordi. Ma non siamo né idioti né ciechi. E quindi le malefatte dei nostri capi, che oramai giornalmente degenerano nella frode da magliaro di strada, ci sono perfettamente note. Non le accettiamo, ma non ci ribelliamo per ignavia e fideistica attesa di un comodo messia liberatore. Tuttavia sono certo che ognuno coglierebbe al volo l`occasione di silurare i furfanti spudorati che ci comandano ad ogni livello, soprattutto se la cosa si potesse fare in maniera lecita, rapida e senza rischi personali. E questo spiega perchè il concetto di libere elezioni (per capirci : dove chiunque si può candidare senza passare per i partiti vigenti) e di legittimazione popolare conseguente, siano riguardari come evenienze spaventose, da temere e cancellare con i più tartufeschi ritrovati. Quali « governi di emergenza », « governi del presidente », meglio se lo stesso é in istato di senescenza composita e di fatto eletto a vita, « governi di scopo » riforme istituzionali demenziali che neppure Mussolini (che era più intelligente) si sarebbe sognato di proporre ,per finire con la finezza delle primarie a pagamento. Chiarisco le « primarie » sono una truffa ed una presa per il c. poichè i candidati non solo sono sono decisi dalle segreterie, ma anche in modo tale che il vincitore sia evidente secondo le volontà dei capi stessi. Come pure il sistema di ammissione al voto é discrezionale e non esiste né possibilità di impugnative nè alcun organo di controllo indipendente e serio. Per capirsi : le primarie vere sono quelle dove chiunque può liberamente presentarsi candidato e qualunque elettore può votare, senza altta formalita che quella di dichiarsi, mediante l`espressione del voto, pro tempore sostenitore di quel partito.

    E continuando su questa strada si evince anche che una delle bufale più grosse del Renzi sia il 41% « che fà tremare i polsi » Nossignore che fà ridere. Difatti il Gelataio (ma solo a crema e limone) sfida l`aritmetica che si insegna (o si dovrebbe) ai bimbi delle scuole materne. Ora fatta astrazione che una votazione in sede europea sia ben diversa da una politica nazionale, riuslta ch di fatto ha votato circa il 50% malcontato degli aventi diritto. Quindi per tabulas la « legittimazione » del renzi é il 21%, alla grande il 25% stracontando del corpo lettorale ed é un po`pochino, anzi molto pochino, per pretese di revisone costituzionali e riforme radicali. Che per altro (altra buggeratura) gli italiano non chiedono, limitandosi al prosaico ma indispensabile « pane e lavoro ».

    Ma nonostante il miconoscimento dell`evidenza da regime bananas, l`appoggio incuncusso dei padroni stranieri, il controllo assoluto dei media, l`uso oramai politico della magistratura e delle forze dell`ordine, l`intimidazione fiscale, la demagogia degli 80 euro, la protezione dei poteri forti, le cose non girano bene ed il rappezzato barcone non galleggia di suo. Ed il Gelataio ha bisogno del pluridecotto e defenestrato con ignominia Ladrone di Arcore per campare. Altrimenti affonderebbe tra le pernacchie. La cosa farebbe ridere se non fossimo noi a pagare due volte per la stessa fregatura. Ovvero assodato al di là del ragionevole dubbio che il governo Renzi (e qualunque altro con gli stessi presupposti) é un costosissimo imbroglio ai nostri danni, adesso ci dobbiamo anche accollare l`altrettanto faraonico costo di mantenere in vita Berlusconi con il contorno di tutti i suoi clienti, mafiosi, ladroni in pensione (es. famiglia Craxi che esiste e mangia tuttora) aziende monopolistiche che bruciano ricchezza, delinquenti ammanicati e via dicendo.

    E per euritmicamente concludere, come il sole calava ridendo dietro dietro il Resegone (che é la bufala di Carducci) devo dire che il Mago della Cremeria non riesce neppure più a sostenere la balla della « ripresa » (che non é davvero mai esistita) sotterrati come siamo da indicatori economici da guerra perduta e disastro nazionale. Altro che golpe, questa é la miseria, magari rsa più evidente da una bella epidemia, degno regalo delle miriadi che sempre gratis (no ad ulteriore capestro degli onesti che ancora riescono a lavorare) ci tiriamo in casa.

Lascia un commento